Maltempo: la conta dei danni ad Alliste, Racale, Melissano e Taviano

5151

Alliste-Racale-Melissano–Taviano – Dopo aver presidiato tutto il territorio in occasione del maltempo dei giorni scorsi e aver lavorato per rendere agibile sin da subito la litoranea, i volontari della Protezione Civile di Alliste e Felline, insieme al delegato dell’Amministrazione comunale Angelo Catamo, nella giornata di giovedì 14 novembre sono tornati nella marina per effettuare un altro sopralluogo e verificare i danni.

Ai loro occhi si è presentato uno scenario incredibile, con la passeggiata deturpata – e in alcuni tratti cancellata – da detriti e pesanti massi. Il suo ripristino richiederà un impegno economico non indifferente.

La situazione ad Alliste

“Fortunatamente non si sono registrati danni a case e persone – precisa Tonino Renna, responsabile della Protezione civile di Alliste. – Abbiamo constatato lo scempio causato dalla forza del mare e del vento sulla passeggiata presente a Capilungo e sulla rampa di accesso al mare per anziani e disabili in zona Cisternella, andata distrutta. Oltre ai pali di legno e agli alberi sradicati su tutto il territorio comunale”.

Pubblicità

“Ad Alliste – prosegue Renna – l’unico danno più ingente è stato provocato alla copertura del parco divertimenti ‘La porta magica’, nei pressi del campo di calcio”.

I danni a Racale e Melissano

Tra Racale e Torre Suda la Protezione civile locale ha provveduto a mettere in sicurezza alcuni tratti di strada garantendone la viabilità e intervenendo su alberi e pali della Sip. Nella marina, invece, i volontari hanno segnalato il disfacimento della passerella in località Bagnarole.

Una situazione analoga anche a Melissano, dove i pali della pubblica illuminazione divelti sono cinque, mentre gli alberi circa una dozzina. Intanto, dopo una primissima stima dei danni, i Comuni hanno richiesto lo stato di calamità.

Taviano e la marina di Mancaversa

L’anomala ondata di maltempo non ha risparmiato neppure Taviano e la marina di Mancaversa, anche qui con molti danni, per fortuna solo materiali. L’Amministrazione comunale ha ringraziato il locale presidio di Protezione civile i cui volontari hanno permesso di “tempestive ed efficaci operazioni di soccorso nel ripristinare la viabilità, rimettere in sicurezza le strade, riparare i danni, insieme alle ditte di manutenzione, ai tecnici degli uffici comunali, della Polizia municipale”. Particolarmente difficile la situazione registrata a Mancaversa dove le onde del mare, così come lungo tutta la costa, hanno travolto banchine, strade, lungomare, e ogni altra cosa.

(Mattia Chetta)

Pubblicità