Maglie . Assegnati il 28 dicembre scorso  i lavori per l’ampliamento della rete pluviale cittadina di Maglie. Ha vinto la gara, avviata nei primi giorni dell’ottobre 2018, l’impresa leccese Cesa srl, che l’ha spuntata su altri 17 concorrenti in gran parte salentine (Casarano, Marino, Poggiardo, Ortelle, Maglie, Taurisano, Santa Cesarea Terme, Cannole, Parabita, Ugento) ma anche di Matera.

L’aggiudicataria di Lecce ha vinto grazie anche ad un ulteriore ribasso dell’1,90% sull’importo alla base dell’appalto che ammonta alla fine a 645.787 euro, cui va aggiunta l’iva. Va anche detto che il progetto esecutivo da 850mila euro la Giunta comunale l’ha approvato nell’ormai lontano 8 luglio 2014 per partecipare ad un avviso pubblico della Regione Puglia relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) 2007-13. Ma il Comune di Maglie ha dovuto attendere lo scorrimento della graduatoria utile (in cui non si era classificato tra i finanziati) per poter rientrare in ballo grazie ad una comunicazione giunta in Comune il 4 dicembre 2017 con l’avvenuto finanziamento.

Ernesto Toma

Aggiornato il progetto esecutivo da un raggruppamento temporaneo di professionisti, era poi sorta l’impossibilità di realizzare uno dei cinque tronchi compresi nel progetto, quello numero 4 di via Brenta. Pertanto l’amministrazione comunale decideva di spostare quelle risorse sul tronco 2 (via Salvatore Fitto), confermando i tronchi 1 (vie Baracca, Margottini e Scorrano), tronco 3 (vie Battisti, Unità d’Italia), tronco 5 (via via XXIV Maggio). I nuovi tratti della rete che verrà costruita concorrerà a risolvere i problemi di frequenti allagamenti nelle zone indicate, aumentando le capacità di assorbire e smaltire le acque piovane che convergono in quel bacino imbrifero.

Pubblicità

(nella foto il Comune e il Sindaco Ernesto Toma)

 

Pubblicità

Commenta la notizia!