“Lido Marini pronta al salto di qualità”, Pro loco in prima linea

973

Lido Marini – I lavori per la rigenerazione e riqualificazione di Lido Marini partiranno a settembre 2018. Si provvederà a realizzare la rete idrica e fognante (per un progetto di circa 17milioni di euro), mentre è già avvenuto un primo sopralluogo per l’installazione di un bancomat, in un locale in via Kennedy da parte della Banca Popolare Pugliese (ne verrà installato uno anche a Torre Mozza e San Giovanni). «Proprio in questi giorni ho ricevuto dai due Comuni un contributo economico per le spese sostenute per il cartellone estivo», afferma Gino Ratano, presidente della Pro Loco di Lido Marini. «Finalmente possiamo dire che si sta lavorando bene e che la nostra marina può ambire al salto di qualità. Abbiamo prodotto una serie di documenti da fornire agli amministratori per far conoscere bene e nel dettaglio le criticità della marina». Il primo report a firma del geometra Alessandro Mele evidenzia le carenze i segnaletica e manto stradale; attraversamenti pedonali; video sorveglianza; spazi verdi e aree pedonali. Dopo le festività ne verrà presentato un altro per denunciare i lavori effettuati dai privati (evidentemente senza autorizzazione) che hanno creato disagi. «Da quando mi sono insediato ho dialogato con tutti i sindaci dei comuni limitrofi – continua il presidente – cercando di far capire che Lido Marini è un’opportunità per tutti. Se la marina è abbandonata, si perderebbe una buona percentuale di turismo. E poi bisogna pensare anche ai posti di lavoro che si creerebbero con l’aumento dell’afflusso turistico».  E a quanto pare i Comuni hanno recepito. «È chiaro che anche i cittadini devono contribuire e avere rispetto per il luogo – conclude Ratano – ora siamo in attesa di conoscere il nuovo piano commerciale e traffico. Inoltre, è stato redatto un piano coste sul quale abbiamo già fatto delle obiezioni». Pare proprio che a Lido Marini tutto procede per il cambiamento tanto atteso da chi ci villeggia.

Pubblicità