L’ex colonia e le bici: successo per i laboratori della mobilità lenta del Sac

1365

ex colonia stajano (1)SANNICOLA. Decine di persone (nella foto di Antonio Lucà), anche da altre regioni d’Italia, hanno partecipato all’allestimento del primo “Cycling cafè” della Puglia, nell’ex colonia Stajano. Il workshop è stato coordinato dal “Laboratorio Linfa”, un’associazione di designer, architetti e fotografi che si occupa di “progettazione sostenibile”. Gli arredi nella nuova struttura sono stati, infatti, ricavati da materiale in disuso. «Non ci aspettavamo tanta partecipazione a dimostrazione che i giovani se coinvolti in progetti adeguati sono in grado di dare moltissimo», afferma Carlo Cascione, alla guida della compagine di operatori e associazioni (con “Salento bici tour”) che ha avviato il progetto della mobilità lenta del sac “Salento di mare e di pietre”.
«Crediamo molto in questo progetto che promuove la mobilità lenta per collegare i beni ambientali e culturali dei nostri comuni. Ci stiamo muovendo con grinta per rimuovere gli ultimi ostacoli tecnici e burocratici per facilitare l’apertura di questo splendido posto», afferma anche Mino Piccione, sindaco di Sannicola, comune capofila del progetto Sac, che prevede altri punti di assistenza e informazione ad Alliste, Seclì e Torre Suda.