Le voci della scuola/Studentessa regala al suo liceo una pianta mangiafumo. E se ne curerà

266

Nardò – L’invito-appello lanciato nei giorni scorsi di donare una pianta alla propria scuola e prendersene cura, sta registrando i primi risultati. Tra le prime risposte ecco quella del liceo Galilei di Nardò.

Gli stimoli lanciati tramite piazzasalento dall’ingegnere Pantaleone Pagliula, ambientalista, dal dottor Carlo De Michele, consigliere Isd  Medici per l’Ambiente, e dal dottor Salvatore Gervasi, curatore del progetto “Crescere nella natura” del Centro di Cultura popolare di Melpignano di donare una pianta a scuola hanno ottenuto  una significativa risposta al Liceo “Galileo Galilei” di Nardò, dove una studentessa ha donato una pianta mangiafumo alla sua scuola.

La studentessa Francesca D’Onghia, dell’indirizzo Classico, che più volte ha contribuito tramite questo giornale ad incontri e confronti tra “le voci della scuola “, ha consegnato una pianta alla dirigente dell’Istituto, professoressa Emilia Fracella.

La studentessa si è impegnata a curare la pianta e a mantenerla viva convinta che il suo gesto  porterà un beneficio alla scuola non solo per l’umidità e il ricambio dell’aria ma anche per favorire l’attenzione e la concentrazione all’apprendimento.

Il suo è soprattutto un messaggio simbolico – come auspicavano i proponenti – per la sensibilizzazione e  l’educazione a un ritorno alla natura” prendendosene cura direttamente e concretamente.

(nella foto Francesca Vonghia e la dirigente Emilia Fracella)