La Rete, l’Europa e il Salento, studenti in evidenza nel “Premio Aldo Bello”

416

Matino – Sesta edizione a Matino per il Premio di giornalismo “Aldo Bello” riservato agli studenti degli ultimi tre anni degli Istituti superiori. Alle 18.30 a Palazzo Marchesale è prevista la premiazione dei migliori elaborati nel corso della serata moderata da Elio Romano e curata dal centro studi “Aldo Bello” dell’Associazione autori matinesi, sodalizio che organizza il premio giornalistico con la Banca popolare pugliese ed il patrocinio di Regione Puglia, Provincia di Lecce e dei Comuni di Matino e Galatina.

Cosimo Mudoni (foto Raffaele Leopizzi)

Il programma della serata, condotta dal presidente del Centro studi “Aldo Bello” Cosimo Mudoni, prevede i saluti del Sindaco di Matino, Giorgio Salvatore Toma, del presidente dell’istituto bancario Vito Primiceri, del sindaco di Galatina Marcello Pasquale Amante e dell’assessore alla Cultura Cristina Dettù. A seguire sono previsti gli interventi di Rita Magnani, vicecaporedattore di RaiNews 24, dell’assessore regionale Loredana Capone e del direttore di Piazzasalento Fernando D’Aprile.

La consegna di premi sarà intervallata dal recital “La luna spuntava sul filo dell’orizzonte…”, tratto da “La mattanza” di Aldo Bello (romanzo finalista al Viareggio), interpretato dagli alunni del liceo Vanini di Casarano e dall’omaggio degli studenti del liceo musicale “Giannelli” di Parabita-Casarano con la direzione artistica dei docenti Maurizio Mangia e Flavio Baldassarre.

Pubblicità

Il Premio, ormai parte integrante della programmazione scolastica di molti Istituti, è dedicato ad Aldo Bello, giornalista e scrittore di grande spessore umano e professionale, nato a Galatina e per anni residente a Matino. Quest’anno gli studenti sono stati chiamati a confrontarsi sui temi: La vita nella Rete, l’Europa, il turismo culturale nel Salento.

 

Pubblicità