La gallipolina Nadia Marra premiata come “autrice dell’anno”, e devolve un premio in beneficenza

809
Nadia Marra

Gallipoli – La scrittrice gallipolina Nadia Marra, con il suo libro “Emozioni dal mare”, è stata scelta come autrice dell’anno 2019-20 dalla casa editrice Lfa Publisher.

Marra ha trionfato fra altri quattro autori provenienti da tutta Italia: Daniela Merola, Tiziano Papagni, Massimo Russo e Rocco Lucisano, arrivati insieme a lei in finale con i loro libri tra gli oltre 60 pubblicati nell’ultimo anno dalla casa editrice.

“Scrittura e poesia le arti più immediate”

Questa la motivazione con cui l’autrice è stata premiata: “Per il grande impegno e amore che ha profuso nella pubblicizzazione della sua opera”, ha spiegato dall’editore Lello Lucignano durante la diretta Facebook che ha visto la scrittrice gallipolina vincitrice.

Nel corso della diretta, inoltre, è stato ricordato il dramma del Coronavirus che ha colpito tutta l’Italia, in particolare con la vicinanza a uno degli autori finalisti, Tiziano Papagni, residente in Lombardia, una delle ragioni più colpite da questa pandemia.

Sono davvero felice e onorata di questo importante riconoscimento – afferma Nadia Marra – rappresentando così l’intero Sud Italia. Fra tutte le arti, la scrittura e la poesia sono forse le più genuine e immediate, per il fatto di nascere all’improvviso dall’animo e riversarsi sulla carta bianca. In tutto ciò lo scrittore è solo un mezzo”.

Solidarietà, con un premio devoluto in beneficenza 

Il libro di Nadia Marra si è poi fatto messaggero di solidarietà in un momento difficile come quello che l’Italia sta attraversando: infatti, con la poesia “Io sono”, presente all’interno di “Emozioni dal mare”, l’autrice alcuni mesi fa ha vinto il concorso “Regolo Regoli”, ricevendo un premio speciale per la sezione “poesia V.a.m.”, premio che in questi giorni è stato devoluto per aiutare due famiglie di Castiglione di Garfagnana, sede del concorso.

Inoltre, la scrittrice ha spedito una copia del libro in segno di vicinanza al Comune di Rocca Canavese, che ringrazia la città di Gallipoli per l’attenzione avuta nei loro confronti con l’invio di un gagliardetto.