Includere è meglio e conviene

1218

Gallipoli. Con un’affollata partecipazione di pubblico, si è dato il via, lo scorso 23 gennaio, presso il chiostro San Domenico, al progetto d’inclusione sociale “Liberinsieme”. Finanziato da “Fondazione con il Sud”, nell’ambito delle iniziative per valorizzare e promuovere il patrimonio artistico e culturale del Meridione, l’iniziativa ha come struttura capofila, l’associazione “Emys”, che da oltre un decennio promuove, elabora e realizza servizi, progetti ed attività di ricerca nel campo della formazione, informazione, educazione ambientale, aggiornamento culturale e professionale in direzione di uno sviluppo durevole e sostenibile.

La conferenza stampa di presentazione

Rinasce a nuova vita il chiostro di S. Domenico. Una prima ristrutturazione era stata effettuata grazie ad un co-finanziamento dalla Regione Puglia, nell’ambito del progetto “Bollenti Spiriti”, e dal Comune di Gallipoli, proprietario della struttura. Tale progetto aveva permesso di creare il laboratorio urbano “Liberl’Arte”, ideato dai giovani e per i giovani.

I partner del progetto Liberinsieme sono: “AppleHeart”, associazione di volontariato informatico che sin dal 2000 riunisce i “fedeli della mela” presenti sul territorio ed utilizza, nelle sue iniziative, solo ed esclusivamente prodotti Apple; la ditta Roberto Perrone (Pero), di proprietà dell’omonimo artista gallipolino, grande esperto di formazione nelle materie artistiche; l’associazione “Regalami una Rosa”, nata per andare incontro alle esigenze e le necessità dei disabili psichici; l’associazione culturale “Gallipoli Nostra”, da sempre attiva nella salvaguardia della cultura, della tradizione e della memoria storica del popolo gallipolino; la compagnia teatrale “Talianxa”, istituita nel 2001 per sensibilizzare alle problematiche legate all’infanzia, per diffondere la cultura teatrale e proporsi come occasione d’incontro e aggregazione; il Comune di Gallipoli.