Incidente con la moto: 24enne muore dopo due settimane di agonia. Rinviati i funerali previsti per oggi

22165
(Foto d’archivio)

Sannicola –  Un altro lutto lascia sgomenta Sannicola. È quello del 24enne Enrico Manzo morto nel pomeriggio di ieri per le gravissime lesioni riportate nell’incidente con la moto dello scorso 4 aprile. Il giovane, che due anni fa aveva rilevato la gestione del bar “L’angolo” (sulla via per la frazione di San Simone) quella notte era di ritorno da Galatina dopo aver partecipato ad un festa di addio al celibato. In seguito all’uscita di strada della moto condotta dal cugino 29enne, Enrico che era il trasportato finì ricoverato in prognosi riservata al “Sacro Cuore” di Gallipoli e poi trasferito al “Vito Fazzi” di Lecce dove ieri è spirato. Ferite non particolarmente gravi, in quella drammatica circostanza, riportarono invece i conducenti di altri due moto coinvolte che, a quanto pare, viaggiavano insieme nella stessa direzione.

I funerali del 24enne, previsti in un primo momento per questo pomeriggio, sono slittati ad una nuova data perché il medico legale ha richiesto nuovi accertamenti sulla salma per meglio definire tutti gli aspetti della dinamica dell’incidente.

Tutti in paese, dove Enrico era molto conosciuto, hanno tenuto il fiato sospeso per i 12 giorni del suo coma, sperando in un suo risveglio e anche quando, nel pomeriggio di ieri, è giunta la notizia della sua scomparsa, molti non hanno voluto crederci, fino a questa mattina quando hanno visto i manifesti (poi rettificati) con l’annuncio che la salma sarebbe stata portata nella chiesa dell’Annunziata di Tuglie, paese nel quale vive la madre Daniela Marrocco (originaria di Sannicola), distrutta dal dolore come il padre Gino (di Taviano), la sorella Giulia, il cognato Michele e la fidanzata Sara Pisanello.

Pubblicità

Questo nuovo lutto giunge a poco più di due mesi dalla tragica scomparsa del 19enne Manuel Toska, anche lui vittima di un incidente stradale.

Pubblicità