Il lido non smonta le strutture: il Tar da ragione al gestore e torto al Comune. Il caso a Padula Bianca (Gallipoli)

1712

Gallipoli – Il lido può lavorare per l’intera stagione malgrado non abbia rispettato l’ordine del Comune di smontare le strutture nel corso dell’inverno. L’innovativa decisione viene dal  Tar di Lecce e riguarda uno stabilimento balneare di Padula Bianca (località a nord di Gallipoli) che nei mesi scorso era stato multato dal Comune proprio per non aver smontato le sue strutture.

A pesare sulla decisione dei giudici amministrativi anche il fatto che l’interesse dell’imprenditore appare “prevalente” alla luce della crisi economica provocata dall’emergenza Covid. In sostanza il Tar ha sospeso l’ordinanza del Comune di Gallipoli con la quale era stata disposta l’acquisizione a titolo gratuito dell’area di proprietà privata sulla quale si trova lo stabilimento revocando la relativa Scia (la Segnalazione certificata di inizio attività). Anche nell’ipotesi che i proprietari non abbiano rispettato l’ordine del Comune, non per questo l’Amministrazione può espropriare delle opere edilizie di per se “amovibili”.