Grandi opere, clima e sopportabilità del territorio: a Specchia un’altra tappa dell’Osservatorio partecipante

383

Specchia – Consumo del suolo e cambiamenti climatici nel Salento: questo il tema di un altro degli incontri pubblici previsto nel programma “Gallery, un osservatorio partecipante”, progetto finanziato dal bando Puglia partecipa, capofila l’associazione Coppula tisa di Marina Serra di Tricase.

L’appuntamento è per le 17,30 di domani 18 novembre a Specchia, nel palazzo Risolo, n piazza del Popolo. Il progetto dell’osservatorio partecipante punta a “sperimentare una metodologia di partecipazione su questioni di interesse generale individuate nell’ambito operativo di dieci realtà attive sul territorio, tutte partner nel progetto, per costruire una visione condivisa sulla tematica “Territorio e Ambiente”, scrivono i promotori.

Esperienze e analisi sull’utilizzo sostenibile del territorio 

Nella riunione di domani al centro c’è il rapporto tra grandi opere e cambiamenti climatici e, in genere, il loro impatto ambientale e sociale sul territorio; più in particolare, gli usi attuali del suolo e i potenziali interventi di rinaturalizzazione delle aree paesaggistiche danneggiate.

Diranno la loro l’associazione Comitato Sos 275 da anni portavoce di un uso sostenibile del suolo pubblico; l’associazione Parco Paduli (San Cassiano sede) – Lua, il Laboratorio urbano aperto, impegnata nel settore della progettazione partecipata.

Un lavoro destinato agli amministratori pubblici

Utilizzatori finali, secondo coloro che hanno pensato, voluto ed ottenuto l’ok dalla Regione Puglia ad una loro idea, delle osservazioni sul terreno saranno “i decisori pubblici coinvolti ed altri che intenderanno avvalersene”. Partner del progetto sono anche la Provincia di Lecce, il Comune di Tricase e unisalento