Giuggianello, corso di educazione digitale delle Poste sulla rivoluzione tecnologica e dei servizi

406

Giuggianello – Un corso di educazione postale e digitale si è svolto in questi giorni a Giuggianello, uno degli oltre duecento che verranno organizzati entro l’anno a cura di poste italiane in paesi con meno di 5mila abitanti. Lo scopo è avvicinare agli strumenti digitali le persone finora escluse o che se ne sono tenute lontane.

Vogliamo favorire – dicono a poste italiane –  la consapevolezza e le conoscenze di tutti i cittadini su tematiche di grande attualità quali l’evoluzione dei servizi di recapito, la “rivoluzione” tecnologica in atto, l’uso corretto degli strumenti digitali, soprattutto per la popolazione anziana”.

Qualche dato La crescita esponenziale di servizi come l’e-commerce (commercio con recapito dell’oggetto acquistato direttamente a casa propria)  stanno cambiando le abitudini di milioni di persone. “Ogni giorno – si legge nella nota di Poste – circa 1,4 miliardi di persone navigano in rete. Per questo motivo è importante riuscire a gestire il denaro effettuando pagamenti o trasferendo somme in sicurezza”..

Poste Italiane, per continuare a svolgere un “ruolo sociale e la propria missione”, messi in discussione da tanti continui cambiamenti, specialmente in realtà periferiche, “per soddisfare le esigenze di tutti i clienti attraverso la sua affidabilità e per garantire la presenza capillare sul territorio”.

Durante l’incontro, i docenti e gli esperti di Poste italiane hanno messo a disposizione dei partecipanti, in due sessioni didattiche di trenta minuti l’una, le proprie conoscenze digitali e postali. Al termine di ciascuna lezione i cittadini sono stati invitati a compilare un breve questionario online per avere utili indicazioni sull’esperienza appena fatta.

I progetti di Educazione digitale e postale sono parte del programma di “impegni” per i Comuni italiani con meno di 5.000 abitanti illustrato dall’Amministratore Delegato Matteo Del Fante in occasione della seconda edizione dell’incontro con i “Sindaci d’Italia” del 28 ottobre 2019. I progetti, inoltre, si muovono “nel segno della tradizionale attenzione di Poste italiane ed in coerenza con la sua storica vocazione di azienda socialmente responsabile che aderisce ai principi internazionali ESG, promossi dall’Organizzazione delle Nazioni Unite”

(Nella foto, il Sindaco di Giuggianello Felice Benegiamo ed alcuni dirigenti di Poste italiane)