Gallipoli vista con gli occhi di un gabbiano, gli scatti di Magni al Castello

1692

Gallipoli –  Gallipoli vista con gli occhi di un gabbiano: questo il tema della mostra fotografica che sarà ospitata presso la sala ennagonale del Castello a partire dal 22 dicembre fino al 25 marzo 2018. “Gallipoli, a volo di gabbiano” è infatti il titolo dell’esposizione di nove fotografie di grande formato scattate da Alessandro Magni, classe 1966 di Gallipoli, che verrà inaugurata questo venerdì alle ore 17. Protagonisti saranno il mare, le mura, il tramonto, l’isola, la gente, i vicoli, il castello e le torri costiere della città. Le vedute di Magni, le sue prospettive a pelo d’acqua, gli scorci rasoterra o a una manciata di metri da un faro realizzate con il drone sembrano quasi irreali, e regalano agli spettatori l’illusione di vedere quello che da secoli vedono i gabbiani. “E’ per me un grande onore presentare le mie gigantografie al Castello, era un mio desiderio da tempo. Le nove fotografie finali sono state il risultato di una lunga scrematura tra 85 foto, fatta in primis da me, poi dai gestori del Castello; crediamo di aver scelto le migliori, quelle che suscitano più emozioni o più particolari, come la notte di Santa Cristina, l’alba del Sabato Santo o il tramonto estivo. Ho coronato il mio sogno grazie al drone con il quale le ho realizzate, cioè vedere e far vedere la mia amata città dall’alto, come se avessi gli occhi di un gabbiano”. Nel periodo natalizio, sino a domenica 14 gennaio, il Castello accoglie anche la quarta edizione della mostra Presepi d’autore, curata da Daniela De Vincentis, che propone dodici opere provenienti dal Museo della Ceramica di Grottaglie. Le due mostre sono organizzate da Orione Comunicazione, che dal 2014 gestisce il Castello con la direzione artistica dell’architetto Raffaela Zizzari e il coordinamento di Luigi Orione Amato, in collaborazione con il Comune di Gallipoli. Ingresso 5 euro – ridotto 3 euro. Info e prenotazioni info@castellogallipoli.it – 0833262775.