Gallipoli – Ludovica Polo, Marianna e Gabriella Oltremonte: sono loro le tre gallipoline che parteciperanno al “Treno della Memoria”, il progetto culturale che si terrà dal 18 al 27 gennaio in un viaggio nei luoghi simbolo dell’Olocausto.

Il percorso del Treno della Memoria che faranno le tre gallipoline (due di loro hanno usufruito del cofinanziamento messo a disposizione dal Comune) si svilupperà attraverso “microtappe” della durata di due giorni fino all’arrivo a Cracovia. Non si tratta di una semplice gita scolastica, ma di un circuito di cittadinanza attiva in cui i giovani partecipanti diventano negli anni prima animatori e poi, alle volte, organizzatori, in una catena di trasmissione dell’impegno. L’intero percorso di formazione è validato dal comitato scientifico dell’Associazione Treno della Memoria, composto da docenti universitari, ricercatori e formatori provenienti da tutta Italia. I partecipanti saranno coinvolti in alcuni incontri preparatori nel corso dei quali sarà distribuito loro materiale informativo, didattico e bibliografico per affrontare al meglio l’esperienza.

“Educare alla memoria vuol dire dare la possibilità ai giovani di approfondire una delle parentesi più buie della storia – afferma il Sindaco Stefano Minerva. – Per questo, per il terzo anno consecutivo, abbiamo scelto di investire sul progetto. Ogni partecipante diventa un testimone diretto della storia: è così che investiamo nella crescita dei giovani gallipolini”.

Pubblicità

Commenta la notizia!