Roberto Piro e Matteo Spada

Gallipoli – Pace fatta tra l’associazione Abitanti e amici del centro storico e l’associazione Commercianti e imprenditori di Gallipoli. E adesso subito al lavoro per la stesura di un documento congiunto da sottoporre all’Amministrazione comunale.

L’incontro pacificatore. I due sodalizi nei giorni scorsi erano stati protagonisti di un acceso scambio di opinioni, a suon di comunicati stampa: motivo della discussione alcuni nodi che riguardano il centro storico. Convinte della necessità di trovare una convergenza e di avviare un dialogo per il bene della città, le delegazioni dei due gruppi – guidate da Roberto Piro e Matteo Spada – si sono dunque incontrate ieri pomeriggio, martedì 19 marzo.

Il centro storico di Gallipoli

Tema centrale l’abitabilità del centro storico: “Alla luce dei dati preoccupanti sul calo della popolazione stabilmente residente – si legge in una nota congiunta – questo tema, comune, peraltro, a tutti i centri storici, è stato affrontato con l’impegno ad un maggiore approfondimento che possa coinvolgere le istituzioni pubbliche, le associazioni presenti sul territorio e tutta la cittadinanza. Su questo tema si è riscontrata la consapevolezza che un borgo privo di gente che lo rende un luogo vissuto per l’intero anno, è un borgo destinato all’incuria e all’abbandono”.

Pubblicità

Lo scontro aveva riguardato, in particolare, il problema della legalità e il proliferare di attività commerciali. “È stato un incontro molto cordiale, in cui abbiamo chiarito alcuni fraintendimenti legati per lo più a una mancanza di dialogo e partecipazione congiunta”, commenta Matteo Spada. E prosegue: “Abbiamo concordato che sia opportuno stilare una serie di proposte e di obiettivi comuni da raggiungere per rendere più vivibile il centro storico. Inoltre abbiamo chiarito che i disagi dovuti agli operatori commerciali che non rispettano le regole non trovano assolutamente la nostra approvazione e comprendiamo le difficoltà che si arrecano ai residenti. Da parte nostra – conclude il presidente dell’associazione Commercianti e imprenditori di Gallipoli – in sede di redazione del documento strategico per il commercio, cercheremo di agevolare le richieste dei residenti, che vogliono un maggiore ordine”.

Il centro storico visto dall’alto

Rispetto delle regole da parte di tutti. Migliorare la qualità della vita di chi ci abita, ma anche potenziare e qualificare l’offerta turistica e commerciale: sono quindi questi due elementi il denominatore comune dell’attività delle due associazioni. “I due sodalizi – si legge nel comunicato – hanno ritenuto che buona parte delle proposte avanzate su questo tema vanno nella direzione di assicurare il rispetto delle regole e delle leggi ed al tempo stesso servono a dare l’immagine di un comparto di importanza strategica, quale è quello della ristorazione, che punta all’ottenimento di standard di primo livello. Su queste tematiche e su impegni da ottenere nel brevissimo termine, già nella prossima stagione turistica, le due Associazioni si sono riservate un approfondimento e la stesura di un documento congiunto da sottoporre all’Amministrazione comunale, alla quale si chiede, già da ora, di elaborare un piano di intervento puntuale che esiga da parte di tutti, cittadini, imprese ed esercenti attività commerciali il rispetto delle regole e ne garantisca i diritti fondamentali”.

Obiettivo valorizzazione. Le due associazioni si sono affidate il compito, ognuna per la parte di propria competenza, di favorire la crescita di una nuova consapevolezza civica, con iniziative che avranno lo scopo di far conoscere, apprezzare e tutelare il patrimonio architettonico, urbanistico e monumentale che rende unico il centro storico.

Pubblicità

Commenta la notizia!