Gallipoli, ok al primo bilancio post Covid 19. Minerva: “Ecco cosa faremo, nonostante l’emergenza”

1293
Il sindaco Stefano Minerva in una injziativa anti epidemia

Gallipoli – Un bilancio sotto il segno del Covid-19 quello approvato oggi in teleconferenza dal Consiglio comunale di Gallipoli. Lo ha definito così il Sindaco Stefano Minerva: “Un Consiglio comunale particolare, non solo perché per la prima volta nella storia di Gallipoli si è svolto in maniera telematica ma perché è figlio di un periodo particolare”. La precedente assise si era svolta il 28 novembre scorso

Un bilancio – quello datato 2020 che avrà sicure ricadute anche nel 2021 – “costruito con tanti sacrifici: il Covid-19 ci ha trascinato in un’emergenza globale per cui abbiamo messo in campo una serie di azioni, è sotto gli occhi di tutti la straordinaria rete solidale che ha permesso a chi era in difficoltà di andare avanti”. “Per questo  motivo abbiamo aiutato, prima 1.000 e poi 1.700 famiglie nella seconda tranche con i buoni spesa”, ha rilevato Minerva, che ha ringraziato associazioni e volontari che hanno collaborato a distribuire “ben diecimila pacchi alimentari”.

Bloccata la nuova tassa di soggiorno

Per lo stesso inatteso evento “abbiamo fin da subito bloccato la tassa di soggiorno, sospeso i tributi delle attività: quando ancora si pensava come affrontare questo periodo incerto, noi avevamo già deciso cosa fare”. “La nostra, in questo momento – ha proseguito il Sindaco – è una mano tesa alle attività commerciali, condivisa con gli stessi protagonisti”. Nonostante tutto ciò e nonostante non si avranno entrate al pari degli altri anni, siamo riusciti a chiudere per il quarto anno consecutivo un “bilancio in positivo”.

Maggioranza compatta e minoranza contraria su questo ed altri punti, tranne gli argomenti relativi al sostegno alle attività commerciali ed allo slittamento al prossimo anno della tassa di soggiorno. I “no” sono venuti da Gallipoli Futura (che ha presentato una lunga e articolata relazione tecnico-politica a firma di Flavio Fasano e Giuseppe Cataldi, ne parliamo a parte), e dalle consigliere Oltremarini e Fiore. Si è astenuto il neo subentrato Antonio Barba, la posto del dimissionario Sandro Quintana.

I lavori in corso

Entrando nel merito dei vari fascicoli, Minerva ha elencato i lavori in corso e quelli che verranno come nelle previsioni: marciapiede di corso Capo di Leuca, basolato su corso Roma; rifacimento del manto stradale di via Milano; l’illuminazione del centro storico; nuova illuminazione delle periferie con nuovi impianti.

In cantiere i progetti per il lungomare della Giudecca e della litoranea; la pista ciclabile (finanziamenti richiesti), il basolato del centro storico e una serie di interventi di rigenerazione urbana, oltre ai due lotti terminati di rifacimento del manto stradale cittadino.

Il riferimento al momento turistico

“Riguardo al turismo – ha affermato il Sindaco – non posso negare il mio dispiacere per ciò che sta accadendo. Siamo tutti d’accordo però nel dire che siamo riusciti a far conciliare vari tipi di turismo: quello balneare, quello culturale e quello del divertimento, con una costruzione collettiva di programmi e di visioni”. Non ci saranno i numeri degli altri anni “ma se il trend dei contagi seguirà l’attuale linea, mi auguro che per agosto potremmo avere ottimi risultati.

Questo l’elenco delle opere pubbliche oltre quelle già citate, facente parte del bilancio programmatico di quest’anno: interventi di rigenerazione urbana (2 milioni 100mila); adeguamento e riqualificazione della scuola Santa Chiara (1 milione e mezzo); infrastrutturazione del porto peschereccio (700mila euro); riqualificazione dell’illuminazione della spiaggia della Purità (50mila euro); riqualificazione del Teatro Garibaldi (95mila euro). Le previsioni proseguono con la riqualificazione della fontana del Delfino, la scuola di via Gorizia, l’efficientamento energetico dell’ex caserma dei Carabinieri e della scuola di via Milano, la ristrutturazione del Polo scolastico di via Spoleto, il risanamento igienico del canile comunale.

Respinta la mozione anti Gial Plast

“Tra le spese previste – si legge nella nota del Comune – anche la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade, ovvero altri due lotti: il potenziamento dei mezzi di Polizia locale, la manutenzione delle opere portuali; l’arredo urbano e il sistema di videosorveglianza, il parco di via Firenze e la tutela dei disabili e delle fasce più deboli.

“In ultimo – conclude il Sindaco – abbiamo respinto la mozione sulla nettezza urbana pur condividendo il pensiero che alcuni servizi non siano gestiti al meglio (presentata da Gallipoli Futura, ndr). Per il parere negativo sulla delibera dei dirigenti e il parere legale contrario. Questo a tutela della città per evitare cause milionarie che si riverserebbero sulle tasche dei cittadini”.