Gallipoli, prima notte movimentata in centro: vigili aggrediti, blitz in piazza Mercato del pesce, 30 interventi al Pronto soccorso

11978

Gallipoli – Erano stati mandati dal Sindaco a controllare le attività degli apecalessini, come da routine in questi periodi; si sono trovati davanti una reazione che ha dell’incredibile: strattonati, strappati i verbali dalle mani, insultati. E’ capitato a quattro vigili urbani ieri pochi minuti prima di mezzanotte all’imbocco di piazza Imbriani, dove ci sono gli stalli per quei mezzi che portano in giro i turisti.

Gli agenti della polizia municipale hanno tentato di interloquire, spiegando ovviamente la legittimità dell’intervento, di cui nessuno in regola dovrebbe avere tanta paura fino ad opporre così netti rifiuti. Ma non c’è stato nulla da fare: i quattro vigili sono stati ad un certo punto addirittura circondati dai conducenti degli apecalessini, sotto gli occhi attoniti dei tanti turisti ai quali sarà sembrata una scena di una  qualche serie televisiva. Bilancio: i vigili sono andati alla fine con la loro auto al Pronto soccorso dell’ospedale “Sacro Cuore”; lì è giunta in grave stato di agitazione anche una conducente di apecalessini. Per tutti comunque cure mediche e dimissioni.

Pubblicità

AGGIORNAMENTO La solidarietà del Sindaco “Alcuni conducenti dei mezzi ‘ape calessino’, a seguito della sentenza del Tar che vieta l’ingresso e la sosta ai mezzi con licenze non rilasciate dal Comune di Gallipoli, hanno contestato con irruenza e aggredito verbalmente il Corpo di Polizia municipale in loco”: inizia così l’intervento del capo dell’Amministrazione comunale, Stefano Minerva diffuso via Facebook questo pomeriggio. “Alla luce di quanto accaduto, intendo perciò esprimere solidarietà ai vigili coinvolti – afferma Minerva – che stavano svolgendo il loro lavoro. La lotta all’inciviltà, all’illegalità, alla maleducazione, all’arroganza, alla prepotenza non ha colori politici, è solo la risposta che i cittadini aspettano dalle Istituzioni”.

Dei sette nuovi vigili in arrivo, solo uno ha accettato Ora in Comune si teme che i quattro vigili, scossi dall’accaduto non siano disponibili per qualche giorno. A ciò si aggiunge che dei sette vigili aggiuntivi chiamati per entrare in servizio, solo uno ha accettato. Come dire: piove sul bagnato. Anche perché di carabinieri e poliziotti destinati a Gallipoli per la stagione non si conoscono ancora i numeri esatti.

Nuovo blitz nella piazza del mercato del pesce Nella stessa zona in cui hanno cercato di intervenire i vigili, sempre ieri sera tardi si è svolto un blitz con forze di polizia, carabinieri, finanzieri, carabinieri forestali. Scopo dell’operazione controllare che, nonostante il precedente blitz del luglio 2017 che ha messo sotto sequestro aree usate illegalmente come punti di ristorazione, l’attività non autorizzata fosse comunque ripresa. I risultati ufficiali non sono ancora noti ma se le forze dell’ordine sono tornate sul posto al comando della commissaria Marta De Bellis, qualche segnalazione o sospetto sulla ripresa di somministrazione selvaggia di alimenti deve essere giunto a destinazione.

Al Pronto soccorso non sono giunti solo i vigili urbani. I medici del reparto hanno registrato alla fine del turno – questa mattina alle 7 – ben trenta interventi complessivamente. “E’ la prima notte con questi numeri”, racconta un operatore del “Sacro Cuore”. Niente di grave comunque, tra i referti stilati ma solo tanto lavoro. Si è registrato infine anche il primo coma etilico della stagione.

 

 

Pubblicità