Gallipoli, il Gallo non ce l’ha fatta ma non è più solo: ha ritrovato i suoi tifosi

2787

Gallipoli – “La squadra dei tifosi” è stato lo slogan del Gallipoli Football 1909 per la campagna abbonamenti di inizio stagione 2017-18. Una convinzione, non una trovata di marketing, che alla fine ha avuto il suo riscontro positivo: “Coi tifosi il rapporto è simbiotico – dice Francesco Errico, presidente onorario e uno dei sei soci del sodalizio calcistico – ci sono stati sempre vicini. La media spettatori è aumentata e la città si è riappassionata. Abbiamo ricevuto molti attestati di stima e neppure dopo l’eliminazione dai playoff ci sono state contestazioni”. Proprio la semifinale col Casarano, trasferta vietata ai tifosi giallorossi, è stata seguita da oltre duecento persone nell’antistadio del “Bianco”, grazie all’installazione di un maxi schermo da parte del Comune (foto). “Io mi ritengo più che soddisfatto della stagione – dice Cristian Scorrano, esponente della Curva Sud – e va fatto un grosso applauso ai giocatori e a questa società che ha dimostrato tanto”.

Da You tube a Facebook una passione crescente Un’escalation di passione confermata anche dai numeri dei social: il canale YouTube ha visto le visualizzazioni impennarsi dalle 89 della partita col Corato del 4 dicembre 2017 alle quasi 3mila della sfida al “Capozza” di Casarano. I “mi piace” alla pagina Facebook sfiorano i 7mila e 2.270 ultras seguono il Gallo su tuttocampo.it. Aggiunge il responsabile della comunicazione Gianluca Monaco: “In più partite si sono superati i 500 paganti, cui vanno aggiunti abbonati, bambini, donne e ingressi omaggio. Il sito registra oltre 2mila utenti unici a settimana”.

Passivo risanato. Ora urge un terreno di gioco a norma. Risultati sorprendenti per un sodalizio ripartito da zero solo due stagioni fa, ma chiamato ora a giocare la partita più importante: “Abbiamo risanato il passivo delle precedenti gestioni – dice sempre Errico – e siamo pronti a raddoppiare l’impegno, ma la condizione necessaria per vedere ancora calcio a Gallipoli è che il manto erboso dello stadio venga messo a norma. Tra poco scadrà la sesta proroga e l’Amministrazione comunale ci ha dato delle garanzie. Abbiamo chiesto un incontro col Sindaco che credo avverrà la prossima settimana. Siamo per le cose serie, e tutti i sei soci sono concordi nell’abbandonare il progetto se ciò non avvenisse”.

M.C.