Taviano e Ugento, scoperta evasione fiscale milionaria

2996

guardia di finanzaTAVIANO. Quattro aziende, tre di Taviano ed una di Ugento, coinvolte in un giro di false fatturazioni, sono state denunciate dalla Fiamme Gialle. L’illecito è emerso in seguito agli accertamenti condotti dai finanzieri della Compagnia di Gallipoli, guidati dal capitano Francesco Mazza. L’indagine è stata avviata a seguito dei controlli effettuati presso un’azienda tavianese, intestata ad un sessantenne, specializzata in scavi, demolizioni e movimento di terra, avrebbe emesso fatture per false operazioni per un totale di 2 milioni di euro, evadendo l’Iva per circa 300mila euro.

Oltre all’evasione fiscale, i finanzieri hanno accertato (per il periodo che va dal 2006 al 2008) l’evasione di accisa per 70mila euro sull’acquisto di circa 160mila litri di carburante ad uso agricolo, impiegato poi per attività diverse. Contro gli imprenditori sono state presentate denunce per omessa presentazione delle dichiarazioni fiscali obbligatorie, occultamento delle scritture contabili, emissione ed utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti nonché mendace autocertificazione e sottrazione all’accertamento di prodotto petrolifero.