Gallipoli -“Civitas confraternalis ed olio lampante a Gallipoli” è il titolo dell’iniziativa promossa dall’Associazione guide e accompagnatori turistici di Puglia, in collaborazione con l’associazione “Gallipoli nostra”. Si tratta di un importante  incontro  culturale (valevole come punteggio per le aspiranti guide turistiche) che prende il nome dal libro dello storico nonché presidente di  “Gallipoli Nostra” Elio Pindinelli e dell’architetto e storiografo Mario Cazzato (Congedo Editore, anno 1998).

«Lo scopo è quello di “far conoscere la ricca realtà confraternale (sono nove quelle  sopravvissute sinora) e la produzione e commercio dell’olio lampante nella storia e nel vissuto della città di Gallipoli”, fanno sapere gli organizzatori. Dopo la registrazione dei partecipanti presso la Confraternita di Maria SS Immacolata, stamattina c’è stato l’intervento dello stesso Pindinelli cui ha fatto seguito una visita guidata della confraternita ospitante, dell’attigua chiesa di San Francesco d’Assisi e della confraternita di S. Maria della Purità. Nel pomeriggio (dopo la pausa pranzo) la visita del frantoio oliario ipogeo di Palazzo Granafei, e, successivamente la visita delle confraternite del SS. Crocifisso e di S. Maria degli Angeli.

Pubblicità

Commenta la notizia!