Galatone a testa in sù

2609
foto di Daniele Colitta
foto di Daniele Colitta

GALATONE. Ombrelli fluttuanti e festanti nel borgo antico galateo. Ed il risveglio, quello di oggi, in città, è stato più che colorato per tutti nonostante la pioggia. Decine di ombrelli coloratissimi sono stati appesi al cielo di via San Sebastiano, poco dopo l’omonima porta della città vecchia. «Molti paesi nel mondo – primo tra tutti Àgueda in Portogallo – hanno voluto realizzare questo piccolo- grande progetto di arte pubblica – spiegano Federica Pano, 29enne di Nardò, e Donato Manisco, 24enne di Galatone, realizzatori della “sorpresa galatea” – e noi lo abbiamo portato qui a Galatone».  I due ragazzi, coadiuvati da un gruppo di amici, hanno approfittato della quiete notturna per appendere circa cento ombrelli colorati, ed anche uno nero: «Quello è dedicato alla memoria dei caporalmaggiori Giovanni De Giorgi e Massimiliano Cassa», i due giovani alpini, il primo dei quali di Galatone, scomparsi tragicamente di recente in seguito ad un’escursione sul Gran Sasso. “Gli ombrelli, per chi volesse, sono in vendita, ed il ricavato andrà in beneficenza”, informano poi Pano e Manisco.