Galatone, monumenti da visitare fino a tardi con il progetto “Chiese aperte”

687
Galatone, turisti davanti al santuario del Crocifisso

Galatone – Monumenti fruibili fino a tarda sera: è partita oggi 1° luglio la nuova edizione del progetto “Chiese aperte”, che grazie alla Pro loco – in collaborazione con il Comune, i rettori delle chiese del centro storico e l’Infopoint Galatone, finanziato dalla Regione e recentemente vincitore di un nuovo bando per l’ampliamento dei servizi – renderà i monumenti del borgo antico accessibili dalle 9 del mattino fino alle 22, ogni giorno.

Per i turisti. Fino al prossimo 31 agosto, sei giovani volontari si alterneranno nel presidiare il Santuario del Santissimo Crocifisso, la Chiesa matrice (intitola a Maria Santissima Assunta), la chiesa di San Sebastiano e San Rocco (popolarmente nota come Sant’Antonio, con annesso il Chiostro dei domenicani), oltre ai locali del Palazzo marchesale. I volontari guideranno i turisti (e non solo) alla scoperta dei gioielli della città, resi fruibili in un percorso tematico pensato per valorizzare i punti nevralgici del borgo antico.

Esprime soddisfazione Cosimo Ramundo, promotore del progetto e presidente della pro loco: “Sono molto contento perché era un paio d’anni che non promuovevamo l’iniziativa, ed è importante che chi arriva in città abbia la possibilità di visitare le chiese con guide preparate”.

Pubblicità

Monitorare i gusti dei visitatori. La pro loco, con la storica sede nel mastio del Palazzo Marchesale, sta intanto lavorando al progetto “Percentualizzando”: anche per il 2019, attraverso questionari mirati verranno registrate le tendenze e le preferenze dei turisti che visitano Galatone e il Salento, raccogliendo suggerimenti e indicazioni.

Pubblicità