Fumare fa male. E non è un modo di dire: a Nardò la “Giornata anti fumo” con test e punto ascolto

1792

 

Nardò – Fumare fa tanto male da essere, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, la prima causa di morte evitabile nei Paesi occidentali; a causa del tabacco ogni anno muoiono circa 6 milioni di persone: tra queste, quasi 5 milioni corrispondono a fumatori attivi e 1 milione a fumatori passivi. Per far conoscere meglio questi dati drammatici e offrire vie d’uscita, suggerimenti e indicazioni terapeutiche il Distretto sociosanitario di Nardò, col patrocinio dei Comuni di Copertino, Galatone, Leverano, Nardò, Porto Cesareo e Seclì, organizza nella mattinata di domani, 2 dicembre, la “Giornata per la prevenzione dal fumo di tabacco” a partire dalle 9 presso la sala riunioni del Distretto di Nardò. Nel Distretto è presente il Centro antifumo di Copertino, unico in tutta l’Asl Lecce.

Incontro ravvicinato con fumatori e studenti delle Superiori. L’incontro è rivolto a tutti ed in particolare ai fumatori; sono stati invitati anche gli studenti delle scuole medie superiori di Nardò. Sarà una buona occasione anche per far conoscere meglio il Centro antifumo del dottor Francesco Tarantino, psicologo specialista in Psicoterapia e coordinatore regionale della Società italiana di Tabaccologia e cultore in Psicologia generale presso l’UniSalento. Il dottor Tarantino è noto nell’ambiente scientifico per aver messo a punto due metodi per smettere di fumare con la psicoterapia ipnotica, denominati Tia (Training Ipnotico Antifumo) e Piab (Psicoterapia breve antifumo) e un trattamento antifumo premiante per giovani. E’ inoltre direttore scientifico di numerosi Corsi Ecm per il contrasto del fumo nell’Asl Lecce, nonché responsabile del progetto “No Smoking at school”. Il Centro è attivo dal 2010 e si avvale delle consulenze dello pneumologo e cardiologo, nonché di altri specialisti. La giornata di prevenzione dal tabagismo è stata promossa dal direttore del Distretto  Oronzo Borgia con la piena approvazione del direttore generale dell’Asl, Silvana Melli. L’iniziativa riveste una maggiore importanza nel territorio provinciale, in cui i dati epidemiologici riguardanti i tassi di frequenza, incidenza e mortalità per tumore del polmone nei maschi risultano più elevati della media nazionale e anche superiori a quelli delle province di Taranto e Brindisi.

In programma la diffusione di dati scientifici sul primato della provincia per tumori ai polmoni. Nella mattinata sono previste, su richiesta volontaria dei fumatori, alcune indagini quali spirometrie, valutazione della dipendenza da fumo di tabacco (Test di Fagerström) e del monossido di carbonio correlato alla quantità di sigarette fumate. Si dedicheranno al punto ascolto, riservato agli adolescenti fumatori, i pediatri di libera scelta Maria Rosaria Filograna e Luciano Vergari. Risponderanno alle domande dei  partecipanti i dottori Francesco Tarantino (responsabile Centro antifumo), dr.ssa Lucia Vantaggiato (dirigente medico Direzione Sanitaria Aziendale), Giovanni Carlà, Salvatore Albano, Elisabetta Montefiore, Antonio Spedicato  (cardiologi), Giovanni Santacroce (oncologo), Spartaco Tollemeto, Paolo Calasso, Cosimo Petrelli, Marco Tarantino (pneumologo e consulente del Centro Antifumo di Copertino); Luigi Caputo, Claudio Paglialunga e Massimo Rainò (medici di Medicina Generale). Alla fine della Giornata, la dr.ssa Anna Maggio presenterà ai partecipanti i risultati anonimi del test di dipendenza da fumo di tabacco. Collaboreranno allo svolgimento delle attività i volontari dell’associazione “Sos per la Vita onlus”.