“Forme e suoni nelle pietre” in mostra a Galatone

1920

pietreGALATONE. Intrecci di forme e suoni giovedì 9 luglio alle 20,30 nella Tenuta del Morige a Galatone, in occasione della mostra di Giuseppe Zambonini, artista artigiano della pietra. Nella serata di inaugurazione dell’esposizione artistica, organizzata dalle associazioni “A Levante”, “Il Piccolo Principe Mce” e “Palazzo Leuzzi” e “Tenuta del Morige”, le forme dell’artista galatonese saranno accompagnate dai suoni del pianista e compositore Gianluigi Antonaci. Interverranno l’architetto Giuseppe Resta e il giornalista Daniele Colitta. “Ci sono forme taciute dalla pietra. E’ dello scultore intuirle e svelarle; sbozzare dalla forma bruta il volume celato – commenta Resta – così Giuseppe Zambonini da anni ricerca le forme celate della scabra arenaria salentina, scopre una vita oltre la geologica immota fossilità, proiettando le sue tormentate introspezioni nella materia e lottando con essa, combattendola, ma con rispetto”. La mostra rimarrà aperta fino al 15 luglio dalle 19 alle 21, ingresso gratuito.