Ferrovie del Sud-Est si cambia: due stazioni treno-bus in arrivo a Gallipoli e Tricase. Affidata la progettazione

2939

Gallipoli – Le “nuove” Ferrovie del Sud Est , società di Trenitalia, hanno bisogno di automezzi nuovi su gomma e su rotaia ed anche di stazioni nuove. I primi cinque treni, gli Atr 220 di fabbricazione polacca, che hanno superato inchieste giudiziarie e problemi di sicurezza, stanno per comparire sulle rotaie rimesse a nuovo; altri dieci vengono dati in circolazione entro l’anno.

Innovazioni strutturali e servizi migliori pure per il rinnovo del parco autobus, con una discussione aperta circa le risorse da investire tra pullman e convogli ferroviari.

Nel progetto complessivo di Fse, finora circolato solo a riunioni interne di carattere tecnico con l’annuncio, ci sono comunque due stazioni da ristrutturare per farne nodi di interscambio gomma-ferro, a Gallipoli e a Tricase.

Pubblicità

In entrambi i casi si tratterebbe per lo più, secondo gli schemi elaborati finora, di realizzare delle ampie tettoie sotto cui far sostanre le corriere pronte a imbarcare studenti e viaggiatori diretti ai centri del’area coperta dalle linee della Sud Est tramite autobus propri o in concessione.

La tettoia nel caso di Gallipoli collegherebbe il lato nord di piazza Matteotti, delimitata da viale Bovio, con la stazione ferroviaria. L’aumento del comfort renderebbe anche più agevole e organizzata la permanenza e il transito dei passeggeri, studenti per lo più, oggi costretti a districarsi tra auto e autobus in sosta e in transito sprapputto nelle ore di entrata e di uscita degli istituti scolastici cittadini.

Della questione, che presenta non pochi spunti da approfondire compresa l’eventuale autorizzazione della Soprintendenza, se ne potrebbe occupare la  comissione consiliare Urbanistica convocata per giovedì in Comune, nell’ambito dell’adeguamento del Piano regolatore generale al Piano paesaggistico territoriale regionale.

Tricase intanto vede già prendere forma l’Hub per il trasporto su ferro e quello per la gomma. Sul lato sinistro, guardando la stazione di fronte, già ora trovano riparo dieci pullman; è attivato un servizio di guardiania e i servizi sono aperti 24 ore su 24. Il piazzale della stazione invece ospiterà altri servizi come il car sharing e le colonnine per la mobilità elettrica.

“L’incarico per il progetto è stato conferito da Trenitalia – informa il Sindaco Carlo Chiuri – e comprende anche il recupero della stazione. Come Amministrazione ci stiamo lavorando da un anno e mezzo e finalmente si muovono i primi passi per l’intermodalità e la metropolitana di superficie: una cosa stupenda”.

(Nelle foto dall’alto piazza Matteotti di Gallipoli e il piazzale per i bus a Tricase)

 

Pubblicità