«Ex beni della mala motivo di orgoglio»

2737

massimo lecci sindaco ugetnoUGENTO. «È forte motivo di orgoglio sapere che Ugento diventa un punto di riferimento anche per le comunità limitrofe che apprezzano il lavoro svolto in questi anni in fatto di educazione alla legalità. L’esperienza dei beni confiscati ne è un esempio eccellente, ma non l’unico: il Comune si costituisce parte civile in ogni processo per reati ambientali e lo scorso 13 maggio ha approvato il protocollo d’intesa con la Prefettura di Lecce su “Le autorizzazioni e le licenze amministrative, le nuove frontiere degli interessi mafiosi e l’attività di prevenzione”, sottoscritto a Lecce martedì 27 maggio alla presenza del viceministro dell’Interno Filippo Bubbico»: lo afferma in una nota il sindaco Massimo Lecci (foto), con riferimento alle sempre più frequenti visite di scolaresche ai beni confiscati alla criminalità, da Alliste a Gallipoli, solo per citare le più recenti.

Il primo cittadino fa quindi il punto della situazione, anche per replicare a quanti – in internet – parlano di “spreco di risorse e di opportunità”.  Nella villetta su due piani di via Tasso, a cura della cooperativa “Jonathan” diretta dalla psicologa Adriana De Giorgi di Alezio,  è in funzione un centro di accoglienza per madri con figli minori e un centro diurno per minori.  Nell’immobile di via Fontanelle, a cura della Comunità Emmanuel  responsabile Luce Orsi, nei mesi estivi funziona il servizio di soggiorno per minori in condizioni di disagio. La terza struttura – quella in contrada Paduli – in effetti non è ancora entrata in funzione  “per mancanza di soggetti che possano consentire l’avvio delle attività”: si tratta di persone private della libertà e dovrebbe essere a carattere semiresidenziale, diurno e per 15 persone.

Il Sindaco chiarisce infine un altro punto circa gli attentati accaduti nei mesi scorsi di cui hanno parlato a più riprese i media “in ordine a non meglio specificate ‘infiltrazioni mafiose a Ugento’ e ancora di ‘malavita diretta a condizionare l’attività amministrativa del Comune'”: «Questa Amministrazione comunale si spende quotidianamente per la trasparenza e l’onestà, guidata dall’obiettivo di imprimere costantemente la massima legalità e il più alto rigore morale all’azione politica».