Donazioni al “Fazzi” di Lecce: due incubatrici anti Covid dalla Fondazione della Banca Popolare Pugliese; un test per la fibrosi cistica dalla onlus Cuore e mani aperte

453

Lecce – Due incubatrici attrezzate per garantire protezione dal Covid sono state donate questa mattina al reparto di Neonatologia dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. La donazione è stata resa possibile grazie alla raccolta fondi promossa dalla Fondazione “Banca Popolare Pugliese Giorgio Primiceri”.

Sempre per mezzo della sua onlus, la banca con sede a Matino aveva già donato 100mila euro alla Asl di Lecce per far fronte all’emergenza Covid. Ora, grazie alla raccolta fondi avviata tra i dipendenti e i clienti (circa 41mila euro), arrivano pure le due incubatrici di ultima generazione con le quali far fronte alle esigenze dei neonati eventualmente contagiati.

La cerimonia di consegna

Nella cerimonia di consegna delle apparecchiature, il direttore generale della Banca popolare Mauro Buscicchio ha sottolineato “l’attenzione e la solidarietà dimostrata in questa circostanza dalla comunità dei nostri dipendenti e dei nostri clienti che più volte ci hanno chiesto informazioni sulla destinazione delle loro donazioni”.

Sempre in mattinata si è svolta la cerimonia di donazione di uno “Stimolatore Iontoforetico – Test del sudore” a favore del reparto di Pediatria del “Fazzi” grazie all’impegno della onlus Cuore e mani aperte. «Un anno fa abbiamo donato una Sonda cardiologica alla terapia intensiva neonatale, oggi il Test del sudore a favore di piccoli pazienti affetti da fibrosi cistica. Cuore e polmoni per le diagnosi dei nostri “campioni”, tutto questo grazie alla collaborazione della famiglia e degli amici di Andrea Maggio, scomparso lo scorso anno all’età di soli 24 anni”, fa sapere don Gianni Mattia.