Didattica a distanza: il progetto di due salentine scelto dal Miur

44545
Paola Vitale (a sinistra) e Liliana Putino (a destra)

Racale – È ideato da due salentine, entrambe di Racale, uno dei progetti pilota per la didattica a distanza scelti dal Miur fra i tanti sul territorio nazionale e pubblicati sulla piattaforma Indire, che promuove l’innovazione nella scuola.

Il progetto s’intitola “Chi sarà? Scienza in trasformAzione” ed è organizzato dalla biologa, docente e autrice Paola Vitale e dall’attrice Liliana Putino, in collaborazione con la musicista Luisa Boffa e l’esperto di psicomotricità Sergio Vitale.

Un momento delle attività del progetto

Creatività per raccontare l’avventura della scienza

Scienza, teatro e musica sono gli ingredienti di questo percorso che, durante il lockdown e l’emergenza Coronavirus con la chiusura delle scuole, ha trasformato le case in luoghi di apprendimento coinvolgendo davanti allo schermo bambini, genitori e insegnanti.

Attraverso video e materiali pubblicati sui canali Facebook e Youtube dell’iniziativa, il progetto ha raccontato ai piccoli studenti l’avventura dell’evoluzione, sulla scia delle tesi  scientifiche di Darwin. Punto di partenza è l’albo illustrato “Chi sarà?”, pubblicato da Paola Vitale e tradotto in quattro lingue.

Diversi gli istituti che hanno preso parte al progetto: hanno aderito le reti di scuole Incantiere, con capofila il Comprensivo “Ampolo” di Surbo; l’Ambito 20 Puglia con capofila l’«Italo Calvino» di Alliste, che ha organizzato un seminario online con oltre 70 docenti da tutta Italia; e il Comprensivo “Lozzo Atestino” di Vo’ Cinto Euganeo (in provincia di Padova).