Dal rosone si stacca un grosso masso: chiuso il santuario del Canneto a Gallipoli. Oggi in programma anche un matrimonio

3813

Gallipoli – Cede parte di un rosone ed il santuario del Canneto, simbolo storico della religiosità e della comunità gallipolina, è stato chiuso momentaneamente al pubblico per motivi di sicurezza. Sono stati i vigili del fuoco a disporre la chiusura in seguito al sopralluogo effettuato nella prima mattinata di oggi.

Ad accorgersi dell’accaduto è stato il parroco don Gigi De Rosa che, entrato in chiesa, ha subito notato il grosso masso in carparo sul pavimento, verso la navata destra a ridosso della statua di Sant’Antonio.  Don Gigi ha subito allertato  la curia, l’Amministrazione comunale, la ditta “Restauri del sole” che ha già effettuato lavori nello stesso santuario e poi i vigili del fuoco che dopo una verifica in loco hanno disposto l’interdizione dei luoghi.

don Gigi De Rosa

«Ringrazio Dio che sia successo in nottata. Se il grosso masso – commenta il sacerdote –  fosse caduto di giorno, con i turisti, o durante una celebrazione avrebbe potuto provocare conseguenze assai più gravi o in ogni caso generare un pericoloso fuggi fuggi per la paura».

Pubblicità

Peraltro oggi nella storica chiesetta era previsto nel pomeriggio il matrimonio di due giovani gallipolini. L’eterna promessa d’amore ha dovuto quindi cambiare luogo e sarà celebrata dallo stesso parroco presso la chiesa del Sacro Cuore. La chiesa barocca risalente al ‘600  da tempo necessita di interventi di restauro.

«Ero già da tempo in contatto anche con la Sovrintendenza – continua il prete – per un preventivo dei lavori esterni di restauro da presentare alla Curia ma ora il problema è ben più grave».  Riguardo alle cause che hanno determinato il crollo sono in corso altri rilievi e pare che la parte interessata avesse subito in tempi non troppo lontani qualche operazione di manutenzione  poiché è  stata rilevata resina utilizzata per incollare.

 

Pubblicità