Dal Pin Giovani una nuova impresa: si presenta a Tricase “Parto da qui”, un “porto sicuro” per le donne

697

Tricase – E’ operativo da un mese a Tricase e per l’1 settembre  ha fissato un incontro on line di presentazione e approfondimento del progetto diventato realtà “Parto da qui”, tra i vincitori del programma Pin Giovani della Regione Puglia, che finanzia idee imprenditoriali di giovani, accompagnandole con una serie di servizi. Anche questa iniziativa è finanziata con risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione e del PO Puglia 2014/2020.

“Uno spazio dedicato al mondo femminile e, in particolare, a quello della gravidanza; accompagnamento, supporto e servizi sono i punti cardini di questa nuova e giovanissima realtà di Tricase”, si legge in una nota della Rea, acronimo di Rete per l’emancipazione attiva, azienda promotrice del progetto, da un “sogno nel cassetto” dell’ostetrica Donatella Musarò di Andrano e Luca Casciaro di Corsano, coordinatore del network.

Integrare servizi e colmare lacune

Obiettivo dichiarato del progetto è quello di “integrare e sopperire ad alcuni servizi, grazie alla creazione di una rete di figure professionali per migliorare e promuovere la salute durante la vita riproduttiva”. “Parto da qui” da un mese, è divenuto anche “un punto di riferimento fisico per le donne, dalle giovanissime alle più mature, dove si erogano servizi ad hoc anche per ragazze adolescenti, coppie in attesa, neo famiglie, donne con disfunzioni del pavimento pelvico e in età menopausale”.

Numerosi i corsi pre-parto e gli open days dedicati dove ci si può informare e avere consulenze “su misura”. Anima del centro è l’ostetrica Donatella Musarò, specializzata presso la Scuola elementaLe di Arte ostetrica, nello specifico nell’assistenza fisiologica in gravidanza, parto e puerperio e nella salute pelvica nei cicli femminili.

Una ostetrica e il sogno nel cassetto

“Il progetto pone le proprie basi sul concetto del prendersi cura: avere premura della donna, in tutte le sue fasi e in tutti i suoi complessi cambiamenti. Spesso è capitato di aver ascoltato racconti di donne in gravidanza abbandonate a se stesse, non accudite, adolescenti piene di dubbi e di imbarazzo – commenta l’imprenditrice – ed è per questo motivo che insieme a Luca Casciaro, ho pensato di realizzare questo spazio sia virtuale che fisico, per dare un supporto tangibile, non retorico”.

Per illustrare quello che vuole essere un “porto sicuro per tutte le donne” sulla pagina Facebook del progetto (https://www.facebook.com/ostetrica.donatellamusaro), martedì 1 settembre alle ore 18 si terrà un incontro online con Musarò e Casciaro, e i partner che ruotano attorno al mondo di #PartoDaQui, tra cui la psicoterapeuta Diletta De Matteis ed Enzo Lotito di Seyf – South Europe Youth Forum. L’incontro sarà condotto dalla giornalista Eleonora Tricarico.