Crociera rovinata dal Coronavirus: “nessun sintomo” per la coppia di salentini in quarantena

1223

Matino – Sta bene la coppia di salentini tornata a casa dopo la crociera per Dubai dello scorso 7 marzo. «Non abbiamo nessun sintomo da quando siamo rientrati e sono già passati 17 giorni», fa sapere la coppia, lei di Matino, lui di Felline (frazione di Alliste).

Per loro, come per tutti gli altri passeggeri della nave, i problemi sono sorti per la riscontrata positività di alcuni casi di Coronavirus a bordo. Ciò ha inevitabilmente costretto la compagnia a cambiare i piani ma qualcosa non è andato per il verso giusto e in molti si sono rivolti alle associazioni di tutela dei consumatori per veder tutelati i propri diritti.

“Isolamento volontario rispettato”

Nel messaggio rivolto su Facebook al sindaco di Matino, Giorgio Toma, la coppia fa sapere che la situazione è completamente sotto controllo, “dato che circolano già voci disparate e prive di fondamento, a volte anche offensive. Noi abbiamo agito nel rispetto di tutte le regole e del buon senso”.

«Siamo stati sempre in isolamento volontario, fuori dal comune di Matino e fuori dal comune di Alliste; abbiamo deciso di stare lontano dai nostri cari per precauzione. In questi giorni non abbiamo incontrato nessuno né siamo usciti di casa. Abbiamo osservato tutte le disposizioni e l’ordinanza della Regione Puglia, abbiamo contattato il medico e l’Asl al nostro rientro».

Circa la disavventura vissuta in crociera i due affermano: «Ci siamo rivolti all’associazione CoDiCi, insieme ad un nutrito gruppo di crocieristi, per vedere tutelati i nostri diritti, visto che non ci è stata data la possibilità di annullare la crociera a seguito del cambio itinerario e per altre vicissitudini, soprattutto l’esposizione a rischi per la nostra salute. Abbiamo cercato fino all’ultimo di annullare o posticipare, possibilità negata a tutti i crocieristi, anche quelli che alla fine hanno deciso di non partire».