Crisi “Mercatone uno”, dalla Regione sostegno ai lavoratori e proposte concrete

390
Mercatone Uno Matino, la protesta dei lavoratori 31.5.19

Matino – “Stimolare il Governo centrale, stanziare risorse finanziarie e intervenire sul sistema bancario per attivare convenzioni senza onori aggiuntivi per i lavoratori”: questi gli obiettivi della mozione a sostegno dei lavoratori della Mercatone Uno approvata la scorsa settimana dalla VI Commissione del Consiglio regionale.

Il provvedimento, adottato con voto unanime, è stato illustrato quest’oggi a Bari nel corso di una conferenza stampa alla presenza di una delegazione di lavoratori. Il fallimento della “Shernon holding”, società che nell’estate 2018 aveva acquisito 55 punti vendita della catena di distribuzione (ovvero la maggior parte), ha fatto perdere il lavoro a 1.800 persone, tra le quali 256 pugliesi, 123 dei quali finora impiegati nei centri commerciali di Matino (46), Surano (35) e San Cesario (42).

«La task force regionale è impegnata attivamente sul tavolo nazionale. Purtroppo – ha affermato il presidente della Commissione Mimmo Santorsola (nella foto) – i tempi non vanno nella direzione dei bisogni dei lavatori, per cui è necessario individuare strumenti di mitigazione dei loro disagi». Il riferimento è ad interventi già sperimentati in altre regioni, quali Piemonte ed Emilia Romagna, “che hanno già assunto iniziative identiche per i lavoratori della Mercatore Uno occupati nei loro territori”.

Pubblicità

Il riferimento è a specifiche e particolari misure di sostegno rivolte a nuclei familiari che versano in condizioni di particolare vulnerabilità e difficoltà economica. In questa direzione va la richiesta di interventi economici per sostenere il pagamento di ticket farmaceutici e della specialistica, per l’acquisto di libri di testo in vista del prossimo e già imminente anno scolastico.

Di “primo passo” ha parlato anche il segretario regionale di Sinistra Italiana, Nico Bavaro (nella foto) presente alla conferenza stampa. «La Puglia si muove nel solco tracciato da altre Regioni e si pone a tutela di lavoratori che dal giorno alla notte sono stati privati del loro lavoro. È lodevole che sia il Consiglio regionale a stimolare il governo della Regione ad attivarsi per mitigare i disagi dei lavoratori pugliesi. Il Governo regionale – conclude Bavaro – deve muoversi con rapidità e decisione. Se non lo farà, Sinistra Italiana si farà promotrice di emendamenti in sede di assestamento di bilancio».

Pubblicità