Covid in Puglia, più tamponi e meno contagi di ieri, ma la curva resta alta. A Taurisano 23 “casi” nella squadra di calcio: positivo anche il parroco

5932

Gallipoli – In Puglia l’avanzata dei contagi Covid rallenta appena ma si resta sempre su livelli più alti del picco della prima ondata: l’ultimo report del dipartimento Promozione della salute della Regione parla di 762 positivi a fronte di 6.279 tamponi effettuati, con una percentuale del 12,13% più bassa di quella di ieri che è stata del 14,14% (791 casi su 5.591 tamponi). I nuovi casi sono 263 a Bari e provincia, 227 Foggia, 101 Taranto, 82 BAT, 59 Brindisi, 25 in provincia di Lecce. Sei sono da attribuire a residenti fuori regione (un caso è di residenza non nota). Dieci i decessi nella regione: sette nel foggiano, due in provincia di Brindisi e uno della BAT.

Sempre in Puglia, dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 556.505 test: 6.506 sono i pazienti guariti; 11.393 i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è, invece, di 18.622: in testa le provincie più a nord con Bari a 7.688, Foggia 4.414, Bat 1.989, Taranto 1.851,  Lecce 1.287, Brindisi 1.261 (132 i casi attribuiti a residenti fuori regione).

In ospedale il 6,4% dei contagiati

Analizzando gli altri numeri si scopre che il 2,4% dei positivi presenta un quadro clinico “critico” o “severo”, mentre il resto del 97,6% dei contagiati o non ha sintomi (65%) o è “pauci-sintomatico” (26,3%) oppure ha sintomi “lievi”. Il 93,6% del totale resta a domicilio, il 5,6% è ricoverato e lo 0,8% è in terapia intensiva.

Singolare la situazione a Taurisano dove il Covid ha colpito duramente la locale squadra di calcio. Nei giorni scorsi era stato il sindaco Raffaele Stasi a disporre la chiusura delle scuole del paese (per tre giorni, prima del blocco da parte di Emiliano) per sanificare gli ambienti a fronte di alcuni contagi registrati.

Di ieri la notizia di ben 23 casi di positività su 38 tamponi effettuati ai giocatori dell’Asd Taurisano 1939, la squadra di calcio impegnata in Promozione. L’allarme è scattato con la positività accertata in un giocatore: seguendo il protocollo sanitario, la società del presidente Luigino Preite ha poi eseguito il tempone a tutti gli atleti e membri dello staff. I 23 positivi sono comunque asintomatici o con sintomi lievi. «Voglio rassicurare tutti i cittadini: le persone coinvolte sono in quarantena e in isolamento nel pieno rispetto della legge. Noi stiamo continuando ad attuare quanto prescritto in maniera responsabile, non fosse altro che per coerenza al codice deontologico della professione che svolgo», ha scritto Preite in un post su Facebook.

Sempre a Taurisano si registra la positività di un medico di base e pure del giovane parroco della Trasfigurazione, don Ippazio Nuccio, il quale ha deciso di darne notizia con un “allegro” video messaggio su Facebook. «Me l’iti tirata, sono in “clausura”», fa sapere don Ippazio annunciando che la parrocchia rimarrà chiusa per i prossimi giorni.