Covid ed emergenza economica: a Casarano aiuti per commercianti, studenti, Caritas e associazioni sportive

530

Casarano – Aiuti economici per cittadini e categorie in difficoltà a causa del Covid: li prevede a Casarano l’Amministrazione comunale per fronteggiare la seconda ondata dell’emergenza. Così come a avvenuto a maggio scorso verrà rilanciata l’iniziativa di solidarietà alimentare dei “buoni spesa” a favore di singoli e nuclei familiari per acquisto di generi alimentari o prodotti di prima necessità, mediante accreditamento su tessera sanitaria. Sarà attivo anche il “carrello spesa solidale”, dove con l’aiuto dei negozi e supermercati aderenti, chi lo ritiene utile potrà donare un po’ di spesa per le persone in difficoltà.

Sono stati stanziati 50mila euro a favore di commercianti ed artigiani e 20mila per le associazioni sportive, “categorie che in questo periodo di chiusure hanno subito degli ingenti danni economici”, fanno sapere da Palazzo di Città. Per i beneficiari di questi fondi si stanno predisponendo due avvisi pubblici, con i quali si stabiliranno requisiti e modalità di accesso.

Aiuti alle Caritas

Circa 24mila euro sono destinati alle Caritas delle parrocchie della città, “sempre per fronteggiare capillarmente le situazioni di disagio sociale e le fasce deboli”. Sono stati, inoltre, destinati 15.500 euro per l’acquisto di tablet da assegnare in comodato d’uso gratuito agli Istituti comprensivi della città per gli studenti di famiglie in difficoltà, “al fine di garantire a tutti gli alunni parità di accesso alla didattica a distanza”.

Sono state, infine, attivate le collaborazioni con le associazioni “Volontari Protezione civile” e “Croce Rossa Italia  – Comitato di Casarano Odv”, al fine di poter distribuire i pacchi alimentari e fornire il servizio per acquisto farmaci e  alimenti per le persone in quarantena, che non hanno altra possibilità di assistenza.

Il Sindaco e la proposta delle opposizioni

Ottavio De Nuzzo

«In questi giorni – spiega il sindaco Ottavio De Nuzzo – con la collaborazione e le indicazioni fornite da tutte le forze politiche, i vari assessorati hanno lavorato per approntare le varie iniziative e misure che possono essere utili a fronteggiare la crisi. Con i fondi comunali disponibili, abbiamo cercato di fare fronte alle situazioni di maggiore criticità».

Dall’opposizione consigliare giunge, intanto, la proposta di sospendere il pagamento della sosta almeno sino al 6 gennaio, “considerate le difficoltà in cui versano le attività commerciali di Casarano, al fine di incentivare gli acquisti e facilitare l’afflusso delle famiglie casaranesi e dei comuni limitrofi in questo periodo di festività natalizie”. Al fine di evitare l’occupazione prolungata degli stalli e garantire un veloce ricambio delle auto, si propone inoltre l’attivazione nelle stesse aree del disco orario.