Covid e tamponi: il comandante della Brigata Pinerolo visita il “Drive-through Difesa” di Taurisano. Focolaio sottocontrollo

1409
Taurisano – Visita d’eccezione quella del generale Giovanni Gagliano, il comandante della Brigata Pinerolo che quest’oggi ha salutato, in occasione delle festività natalizie, il personale medico, infermieristico e logistico impiegato presso il “Drive-through Difesa” di Taurisano. Gagliano ha incontrato il sindaco Raffele Stasi ed i Primi cittadini di alcuni centri vicini, alla presenza tra gli altri del comandante del Reggimento “Cavalleggeri di Lodi” (15°), colonnello Francesco Serafini.
Quello di Taurisano è stato il terzo dei 13 “drive through” allestiti in Puglia dalla Regione in collaborazione con Protezione civile regionale, Asl, Esercito e Marina militare, per far fronte al focolaio di contagi partito a fine ottobre. Dallo scorso 7 novembre, la postazione di piazza Unità d’Italia (area mercato) ha effettuato circa 3.000 tamponi antigenici e circa 300 molecolari, “segno tangibile dell’efficienza e dello sforzo messo in campo dalla cooperazione tra personale militare e Asl, voluto fortemente dal Ministro della Difesa, on. Lorenzo Guerini”, spiega il sindaco Stasi. Dapprima riservato ai soli residenti, da ultimo la struttura è stata aperta anche ai paesi vicini quali Ugento e Casarano.

Il focolaio di ottobre e gli ultimi dati

Il comandante della Pinerolo ha salutato le autorità civili presenti, che lo hanno accolto con la fascia tricolore, i rappresentanti delle forze dell’ordine, dell’Asl e della Protezione civile presenti, porgendo un sentito ringraziamento a nome della Brigata “per l’affetto e l’entusiasmo che la cittadinanza ha riservato ai militari, sentimento nato e maturato grazie all’Operazione Igea che vede impegnati uomini e donne dell’Esercito, Marina, Aeronautica e Carabinieri su tutto il territorio nazionale con 200 DTD”.
Proprio a causa del focolaio scoppiato, Taurisano è il paese con più casi registrati dall’inizio della pandemia in provincia di Lecce, ben 358 (secondo solo al capoluogo) anche se nell’ultimo report la Asl conta 83 casi contro i 109 della settimana precedente. Alta, di conseguenza, anche la percentuale degli attualmente positivi rispetto alla popolazione, con un 7,1 per mille, superato solo da Cursi e Seclì, ma con un numero decisamente più basso di casi in valore assoluto (31 e 15).