Chiesanuova (Sannicola), il presepe dei pupi riscopre la sua bellezza originale dopo il restauro ad opera dei fedeli

1285

Chiesanuova (Sannicola) – Suggestivo allestimento del presepe nella chiesa dell’Immacolata: per realizzarlo sono stati infatti utilizzati pupi in terracotta di inizio ‘900, manufatti, alti circa 40 centimetri e di recente restaurati ad opera di alcuni fedeli.

Angelo Napolitano

Il recupero dei pupi. “Ogni anno – commenta Angelo Napolitano, presidente del Comitato Feste – alcuni fedeli amano allestire con impegno e dedizione il presepe nella nostra chiesa, costruendo di volta in volta le scenografie e collocando i personaggi. Negli ultimi anni, però, a causa del deterioramento delle statue dovuto al tempo, si utilizzava solo la Natività e non più tutti gli altri pezzi, come i pastori e i Re Magi”. Da qui l’iniziativa di alcuni fedeli, i quali – racconta sempre Napolitano – “hanno pensato che l’arte unica con cui erano stati creati e dipinti i personaggi andava recuperata e preservata. Hanno così preso le statue e provveduto, a proprie spese, a ristemarle, facendole pulire e ridipingere, avendo cura di salvaguardare i colori originali e recuperando scalfiture e segni di usura che si erano accumulati col tempo e con l’utilizzo”.

Il presepe dei pupi torna così alla sua bellezza originaria e recupera l’aspetto che aveva un centinaio di anni fa. “In molte chiese i pupi sono di cartapesta – conclude Napolitano. – Questi sono invece di terracotta e, anche se si è perso nel tempo il nome dell’autore, siamo certi che nell’aldilà gli giungeranno i nostri complimenti per il suo lavoro. Per l’Epifania aggiungeremo i Re Magi, che sono di una bellezza strabiliante”.