Chiara Scrimieri fra i cinque finalisti del premio nazionale “Franco Solinas”

1705
Chiara Idrusa Scrimieri

Gallipoli. Chiara Idrusa Scrimieri, giovane cineasta salentina, gallipolina d’adozione, è tra i cunque finalisti del prestigioso premio nazionale “Franco Solinas”. I partecipanti al premio quest’anno sono stati una sessantina. Riservato a storie originali inedite, il Premio Solinas si rivolge ad aspiranti e professionisti della scrittura che vogliano proporre le loro storie per avviare lo sviluppo di progetti cinematografici per lungometraggio. “Da oltre 25 anni al servizio del talento e della creatività nella scrittura per il cinema e l’audiovisivo”, dice di sè il “Solinas”, nato all’isola di La Maddalena nel 1986 per rendere omaggio alla memoria dello scrittore e sceneggiatore sardo Franco Solinas, scomparso prematuramente nel 1982 ed autore del romanzo “Squarciò”, e di film come “La battaglia di Algeri”, “Kapò” e “Queimada” di Gillo Pontecorvo, “L’Amerikano” di Costa-Gavras e “Mr. Klein” di Joseph Losey. Nel corso degli anni il Premio Solinas è diventato un punto di riferimento indispensabile nell’ambito della scoperta e la promozione di nuovi talenti e di storie; è una iniziativa apprezzata a livello nazionale ed internazionale. «Questo film è la confessione di una fuga, sguardo di segugio sulla soglia dell’essere umano. “Cinque lettere randagie” – afferma l’autrice a proposito dell’opera presentata – scrivono quel che siamo diventati, miserie di un’Italia senza immaginazione, struggente deserto della propria bellezza».