Centri operativi anti emergenza Coronavirus in alcuni Comuni; altri si preparano alla chiamata della Prefettura

1557

Alliste – Dopo Taviano e Melissano anche l’Amministrazione comunale di Alliste e di Nardò hanno ritenuto opportuno attivare il Centro operativo comunale presso i locali della Protezione civile di via Roma 11. “È una misura precauzionale – si legge nell’ordinanza del Sindaco Rizzo – al fine di assicurare la corretta comunicazione alla popolazione in relazione agli eventuali profili di rischio, di monitoraggio dei soggetti vulnerabili e di tutte quelle misure ritenute utili al fine di velocizzare ed ottimizzare la risposta del sistema di Protezione Civile locale in relazione all’eventuale attivazione dei protocolli di emergenza”.

Il Coc è così composto: il responsabile del Settore Polizia locale e Protezione civile, dottor Tommaso Campeggio; il responsabile del Settore assetto ed utilizzazione del territorio, geometra Lucio Colella; il responsabile del Settore Affari generali, la dottoressa Gabriella Legittimo; il responsabile del Settore gestione Risorse, la dottoressa Angelica Reho; il responsabile del Settore ambiente, ediliza ed urbanistica, ingegnere Elisa Anna Sicuro e Antonio Renna, presidente della locale Protezione civile.

Il Coc di Nardò

A Nardò il Sindaco Giuseppe Mellone ha istituito oggi il Coc presso il Comando di Polizia locale di via Crispi al fine di assicurare sul territorio comunale la direzione e il coordinamento dei servizi di soccorso e di assistenza alla popolazione, in relazione al contenimento e alla gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Le funzioni garantite sono quelle previste in caso di emergenze territoriali.

Il Coc  sarà attivo dalle ore 8 alle 21 di ogni giorno a partire da oggi e sino alla fine dell’emergenza. Il dirigente dell’area funzionale n. 3 e comandante del Corpo di Polizia Locale Cosimo Tarantino è il coordinatore responsabile delle operazioni di protezione civile. Numero di telefono utile 0833 572116.

A Racale pronto il piano preliminare 

A Racale, invece, Comune retto attualmente da un commissario straordinario proveniente dalla Prefettura, non sarà attivato nell’immediato nessun Centro operativo comunale in assenza di comunicazioni specifiche dalla Prefettura. Sarebbe però tutto pronto da venerdì scorso in caso di chiamata da Lecce. Il nucleo operativo è composto dal commissario Marilena Sergi, dal segretario generale Esmeralda Nardelli e da tutti i dirigenti dei Settori comunali.

Si precisa, però, che si tratta di una “preliminare pianificazione delle attività da svolgere” in caso di emergenze. La stessa struttura ha, tra l’altro, già messo al corrente la locale Protezione civile e la Misericordia. Sentiti, inoltre, i titolari di supermercati e farmacie per valutare la disponibilità degli esercenti di garantire un servizio a domicilio.

Mattia Chetta