“Casarano tricolore”, lo striscione porta fortuna agli Azzurri

2955

CASARANO. Esordio europeo fortunato per lo striscione tricolore “Casarano 1994” che anche ieri a Lione ha accompagnato la vittoria degli Azzurri. Grazie alla passione del casaranese Antonio Scarangella, sin dal 1994 (negli Usa) i più importanti appuntamenti della Nazionale di calcio sono accompagnati del supporto di un gruppo di tifosi locali. Anche ieri lo striscione è stato spesso inquadrato (e citato) durante la telecronaca della partita contro il Belgio grazie alla sua collocazione “strategica” alle spalle della porta (quella nel primo tempo difesa da Buffon). Prima di Euro 2016, tra le altre apparizioni quelle in Giappone e Corea, Sud Africa e Brasile. Prossime tappe saranno quelle di venerdì 17 giugno a Tolosa (per Italia – Svezia) e di mercoledì 22 a Lille (c’è Italia – Irlanda) confidando di andare avanti grazie ai successi dell’Italia. Con Scarangella anche la moglie colombiana Sandra Milena Betancur e gli amici Salvatore Pisanello, Andrea Bartolomeo e Mino Ciurlia. «Scopo di “Casarano tricolore 1994 – afferma Scarangella – è quello di unire gli italiani alla propria Nazione non solo in occasione delle partite di calcio, eludendo, almeno nei 90 minuti, tutte le rivaklità che generano i vari campionati. L’obiettivo lo abbiamo centrato molte volte divenendo “fratelli nel tricolore” con tanti gruppi ultras d’Italia e questo è un piccolo miracolo in una Nazione perennemente divisa da mille problematiche»