Casarano, firmati in Regione i progetti di riqualificazione urbana

1360

CASARANO. Casarano si rigenera. Nei giorni scorsi il Sindaco Gianni Stefàno (foto) e l’assessore ai Lavori pubblici Marcello Torsello hanno, infatti, sottoscritto il disciplinare del progetto “Rigenerazione urbana I e II” negli uffici dell’assessorato regionale alla Qualità del territorio. Per di più, la Regione ha accolto la richiesta del Comune di “completare l’anello delle piazze centrali”, inserendo negli interventi di rigenerazione anche la sistemazione di piazza Indipendenza. In tal modo, entrambi i progetti vengono rimodulati nell’ambito di un intervento più articolato avente come obiettivo il recupero del centro storico.

«Siamo finalmente giunti – commenta l’assessore Torsello – alla fase operativa della rigenerazione urbana. Ho avuto il piacere di avere partecipato attivamente al primo e al secondo finanziamento. In particolare, nel luglio del 2011, da referente cittadino del movimento dei “Verdi”, fui parte attiva nel sollecitare il commissario straordinario a presentare la candidatura al bando della Rigenerazione II, in scadenza. Gli interventi di rigenerazione restituiranno alla città un centro storico completamente nuovo sia dal punto di vista architettonico, sia dal punto di vista funzionale. Casarano ha uno dei più bei centri storici del Salento e con questi interventi riavrà il valore che merita».

Soddisfatto anche il Primo cittadino. «In questi mesi – spiega Stefàno – abbiamo operato una rilettura funzionale dei due finanziamenti di rigenerazione. Nell’ottica di un programma di recupero e rilancio del centro cittadino, previsto nel nostro programma di governo, abbiamo chiesto alla Regione di poter rimodulare i due finanziamenti. Quindi, oltre a Palazzo D’Elia, piazza San Pietro, piazza Garibaldi già recuperata insieme a piazzetta D’Elia, in una logica unitaria di intervento, abbiamo ottenuto di poter inserire anche il recupero a stralcio di piazza Indipendenza». Non si tratta solo di una questione di decoro urbano, ma anche di gettare le condizioni per il rilancio delle attività economiche. «Alla fine dei lavori – conclude il Sindaco – tutto il centro sarà accogliente e funzionale, sarà luogo d’incontro per i cittadini e “centro d’interesse” per quanti vengono da fuori. Stiamo creando le condizioni per restituire “vita” al “centro” della nostra Città e, in una logica complessiva, stiamo mettendo le basi per rilanciare il commercio e le altre attività economiche».

Pubblicità
Pubblicità