Bollette dell’acqua non pagate: dal 21 rubinetti a secco

2473

case popolari via cagliari gallipoli (4)

Cresce l’allarme tra gli utenti di alloggi popolari e non per il montare di una minaccia sempre più concreta: se non si verificano fatti nuovi – il pagamento cioè delle bollette arretrate riguardanti la fornitura di acqua, in alcuni casi risalenti al 2009 – l’Acquedotto pugliese procedere “a partire dal 21 febbraio” alla chiusura dell’erogazione del vitale liquido. Rubinetti a secco in arrivo quindi per centinaia di famiglie della provincia di Lecce, a partire dal capoluogo. In questa zona la situazione debitoria è la seguente:

Alezio: 9 fatture da pagare per 14.280 euro;
Alliste: 26 fatture, 28.423 euro;
Casarano: 108 fatture, 99.543 euro;
Gallipoli: 120 fatture, 117.487;
Matino: 64 fatture, 57.550 euro;
Melissano: 50 fatture; 25.247;
Racale: 15 fatture, 11.204 euro;
Taviano 49 fatture, 26.385 euro;
Ugento: 83 fatture, 66.017 euro.

Soltanto conteggiando le somme delle famiglie interessate in questi centri, l’importo complessivo sfiora il mezzo milione di euro, esattamente 446.190.