Basket in carrozzina, il futuro della Lupiae Team Salento dopo lo stop per Coronavirus

286
Rocco Bortone

Diso – Per quindici anni è stato il presidente della Lupiae Team Salento e fondatore di una squadra di basket in carrozzina che ha fatto parlare di sé in giro per l’Italia. Oggi Rocco Bortone (di Diso) ricopre la doppia veste di consigliere e vice allenatore della formazione che milita nel campionato nazionale di serie B.

Prima della quarantena da Coronavirus i gialloblù erano al secondo posto della classifica alle spalle del Reggio Calabria, ma il campionato è stato annullato spazzando via una stagione agonistica vissuta da primi attori.

Nelle mani degli sponsor

Quest’anno avevamo perso solo due partite e sicuramente avremmo avuto accesso ai play off insieme a Reggio Calabria. In questo periodo di quarantena i giocatori si sono allenati con bottiglie piene d’acqua per mantenere il tono muscolare delle braccia – spiega Bortone. – Purtroppo dobbiamo ancora attendere per svolgere gli allenamenti collettivi, perché il nostro è uno sport di contatto”.

In questi due mesi, a causa del fermo totale non siamo stati sostenuti dagli sponsor e mi auguro vivamente che per la prossima stagione potremo ripartire per disputare l’ennesimo campionato di vertice. Non sarà semplice perché solo le sponsorizzazioni possono coprire le nostre spese, non abbiamo altre possibilità di entrate, quindi è tutto in divenire e al momento non abbiamo risposte in tasca”, conclude.

Tra i tesserati della Lupiae Team Salento Asd si annoverano Quintino De Nuccio (Castrignano del Capo), Fabio De Giorgi (Morciano di Leuca), Riccardo Carichino (Aradeo) e Andrea Coi (Cutrofiano).