Alliste: dalla Regione 721mila euro per attrezzare la “Passeggiata del mito” da Capilungo a Torre Sinfonò

1889

Alliste – Ammonta a 721mila euro il finanziamento che il Comune di Alliste ha ottenuto dalla Regione Puglia e che permetterà all’Amministrazione comunale di rendere più fruibile e attrattiva una parte di litoranea, quella da Capilungo a Torre Sinfonò. La “Passeggiata del Mito” comincerà dalla piazzetta Madonna della Luce e consentirà a cittadini e villeggianti di usufruire di una mobilità lenta e sostenibile.

«La piazzetta Madonna della Luce – dichiara il Primo cittadino, Renato Rizzo – è stata pensata come un punto di “immersione” nella scoperta del mito del mare, da cui si accede alla passeggiata naturalistica realizzata lungo la scogliera. È il punto in cui fermarsi, con l’auto, la bicicletta o altro, ed il punto da cui ripartire per scoprire a piedi, gli elementi costieri che si snodano lungo un percorso segnato da 20 blocchi di pietra, incastonati a raso nella pavimentazione e calpestabili, su cui sono incise le “frasi del mito”».

Soddisfatti non solo gli amministratori ma anche coloro i quali hanno lavorato alla proposta. «Ringraziamo – continuato Rizzo – i nostri progettisti e i consulenti della società “Polisemia” la dottoressa Cristina Belloni, l’architetto Roberto Briganti, l’ingegnere Luisella Guerrieri, il geometra Lucio Colella e l’ingegnere Elisa Sicuro».

A commentare il finanziamento anche la vicesindaco, nonché delegata al turismo, Marilù Rega: «Un progetto capace di destagionalizzare e rilanciare l’Industria turistica. Finalmente esaudiremo le numerose sollecitazioni di questi anni riguardo alla necessità di ripristinare lo stato originario del percorso ciclopedonale. Un particolare ringraziamento all’amico Donato Metallo – consigliere regionale e presidente della commissione Politiche del lavoro, formazione e cultura – per aver raggiunto questo importante traguardo che contribuirà a rafforzare l’immagine». Compiaciuto pure Donatuccio Scanderebech, assessore ai Lavori pubblici: «Sono soddisfatto di questa splendida notizia che consentirà alla nostra passeggiata di tornare all’antico splendore».

Mattia Chetta