Tricase – L’artista Mimmo Camassa 54 anni di Tricase è stato ospite nella puntata dei “Soliti ignoti”, condotta da Amadeus, in onda giovedì sera su Raiuno. La sua “identità” valeva 25mila euro ma gli indizi forniti al concorrente chiamato a scoprirla non sono stati sufficienti. Il salentino, identificato come “affumicatore di ricciole”, nella quotidianità dipinge icone e si definisce un “ignoto noto”.

Camassa, infatti, non è un volto nuovo del piccolo schermo. La sua carriera artistica è iniziata nel 1986 dapprima come Madonnaro per poi dedicarsi alla pittura sacra e medioevale, con mostre prima in Puglia e poi anche a Milano, Roma, Bologna e Ferrara. Artista singolare, nel corso della sua carriera ha ottenuto molti riconoscimenti e premi nazionali e internazionali partecipando come ospite a programmi televisivi e a rubriche d’arte.

«È stata un’esperienza affascinante e costruttiva. Ero particolarmente orgoglioso quando presentandomi ho nominato Tricase – afferma l’artista parlando della partecipazione ai “Soliti ignoti” – perché credo che sul Salento ci sia ancora molto da dire e da far conoscere oltre al mare e le consuetudinarie bellezze».

Pubblicità

Ogni concorrente, durante il programma, è stato chiamato a portare un oggetto legato alla professione svolta e non è passata inosservata l’icona della Madonna al centro dello studio, proprio a pochi passi dal conduttore, opera dell’artista.

Pubblicità

Commenta la notizia!