Aggredisce la convivente davanti ai figli minori, come a Capodanno di tre anni fa. Torna in carcere un 28enne di Taurisano

555

Taurisano – Aggredisce ancora una volta la convivente davanti ai figli minori e torna in carcere. Protagonista, in negativo, un 28enne di Taurisano che già nel giorno di Capodanno del 2016 si era reso protagonista di una simile azione.

Gli agenti del Commissariato di pubblica sicurezza, diretti dal vice questore Salvatore Federico, sono intervenuti nel pomeriggio di sabato scorso quando il giovane, a quanto pare sotto l’effetto dell’alcol, ha usato violenza fisica nei confronti della convivente alla presenza dei figli di 5 e 6 anni.

Aggredito pure il padre

Neppure suo padre, chiamato dalla donna, è riuscito a ricondurlo alla ragione finendo per essere pure lui aggredito: una volta perso il controllo, il 28enne si è accanito contro l’auto della donna, rompendone lo specchietto ed il tergicristallo, per poi barricarsi dentro casa per dar nuovamente sfogo alla propria furia distruttrice, spaccando mobili e suppellettili.

Avvertito l’arrivo dei poliziotti, l’uomo si è poi dato alla fuga scavalcando la finestra della camera da letto posta sul retro della casa per poi presentarsi spontaneamente  negli uffici del Commissariato minacciando di morte la compagna nel caso questa avesse presentato denunciato.

In conseguenza dell’aggressione del Capodanno del 2016, anche quella volta in preda ai fumi dell’alcol, l’uomo venne arrestato per poi essere sottoposto, per qualche mese, alla misura dell’allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento alla compagna.