Ad Aradeo tre giorni di festa per il protettore San Nicola

2291

Aradeo – Festa di tradizione, quella dall’11 al 13 maggio, per il protettore di Aradeo San Nicola. Quest’anno la tre giorni è organizzata in collaborazione con la parrocchia San Rocco. Nel passato la festa era conosciuta come “La fera”, ovvero la fiera del bestiame che si tiene ininterrottamente (tranne che nei periodi di guerra) da quando il paese era parte del Regno delle Due Sicilie e l’Italia non era ancora uno Stato unitario. Fu, infatti, re Francesco I, della dinastia Borbone, ad istituirla con suo Decreto il 24 agosto del 1825.

Quest’anno la Fiera, giunta alla 117^ edizione, si tiene domenica 12 maggio e si svolgerà in via Sereni, nella zona adiacente alla villa comunale. Sarà come sempre abbinata alla fiera mercato merceologica. La festa, abbellita da eleganti luminarie in piazza San Nicola e su viale della Libertà, inizierà sabato 11 con la lunghissima processione per le vie del paese.

Il Santo sarà, come ogni anno, accompagnato dalla Madonna Annunziata, compatrona di Aradeo. Al seguito la banda “Città di Aradeo” diretta dal maestro Luigi Varallo (nella foto). La processione è abbinata al concorso “Una strada per San Nicola” che premierà la strada con il migliore addobbo. Sempre sabato, dalle 21 si esibiranno in piazza San Nicola i gruppi Rope Twist e a seguire Tv Color trash ‘n roll.

Pubblicità

Sabato 11 maggio alle 19 verrà, inoltre, inaugurata (sino al 13) la mostra “Luci e colori del Salento” del pittore Luigi Palumbo, di origini sannicolesi residente ad Aradeo.

La giornata di domenica sarà allietata dal concerto bandistico “Città delle Grotte Castellana” diretto da Grazia Donadeo. Lunedì sarà la volta dell’Orchestra di Terra d’Otranto diretta da Antonio Palazzo, con Karima (terza classificata ad “Amici” 2009, nella foto) e la partecipazione del cabarettista Franco Cosa.

Gli spettacoli pirotecnici sono previsti domenica 12 maggio alle ore 13 e lunedì alle 21. In concomitanza con la festa, molte altre iniziative, fra le quali domenica 12, a Palazzo Grassi, “La piccola Sagra di Sana pianta”, percorso tra cultura, cibo e tradizioni, con laboratori e visite guidate.

La festa patronale è molto sentita nell’animo degli aradeini. «L’affetto che lega i cittadini al Protettore è antico, autentico e fortemente radicato sia in coloro che vivono ad Aradeo sia in coloro che sono fuori», afferma Massimo Botrugno, presidente del comitato organizzatore.

Nel suo saluto ai cittadini, il parroco don Giuseppe De Simone si augura che la festa “diventi occasione propizia per recuperare rapporti incrinati, per rinsaldare legami indeboliti, per chiedere, offrire il perdono e ristabilire la pace, instaurando autentiche relazioni fraterne anche con chi viene da lontano”.

 

Pubblicità