Ad Alezio varato il “baratto amministrativo”: agevolazioni dal Comune in cambio di lavori di utilità pubblica

973

Alezio – Il Consiglio comunale dello scorso 30 settembre ha approvato ad Alezio il regolamento per l’applicazione del “baratto amministrativo”: l’obiettivo è quello di offrire ai cittadini in condizioni economiche disagiate la possibilità di ottenere sconti ed esenzioni di tributi e tariffe in cambio di prestazioni di pubblica utilità.

Introdotta dal decreto Sblocca Italia, la novità del baratto amministrativo – di cui a breve verranno specificati i tempi e i modi di applicazione – giunge nel Comune aletino a pochi mesi dall’approvazione del servizio di “Taxi sociale”, pensato per venire incontro ai cittadini che presentano difficoltà ad accedere ai normali mezzi di trasporto.

Servizi di utilità pubblica in cambio di “sconti”

Le proposte di baratto amministrativo presentate dai singoli cittadini o da nuclei familiari prevedono per i beneficiari l’esenzione totale o parziale dal pagamento di alcuni tributi (come la Tari), fino ad un massimo di 400 euro. Gli interventi di riqualifica del territorio possono riguardare la pulizia, manutenzione, l’abbellimento di aree verdi, piazze, strade ovvero interventi di decoro urbano, di recupero e riuso con finalità di interesse generale, di aree e beni immobili inutilizzati e in genere la valorizzazione di una limitata zona del territorio.

I requisiti richiesti

Destinatari dell’agevolazione sono cittadini residenti nel Comune di Alezio con un indicatore Isee non superiore a 6.000 euro che non abbiano riportato condanne penali, né siano interessati da procedimenti penali in corso, per tutti i delitti contro la libertà personale e quelli comportanti l’incapacità di contrarre con la Pubblica Amministrazione. Particolare vantaggio sarà dato inoltre ai cittadini in stato di disoccupazione e ai nuclei familiari all’interno dei quali sono presenti minori o persone con disabilità.

«La misura adottata era all’interno della proposta programmatica presentata ai cittadini durante la campagna elettorale. Ora i cittadini hanno uno strumento in più – dichiara il sindaco Andrea Barone – per attenuare il proprio disagio economico».

«Si tratta – gli fa eco l’assessore Roy De Santis (foto) – di uno strumento che pone i cittadini in stato di difficoltà al centro della macchina amministrativa coinvolgendoli nella gestione dei servizi relativi alla cura del nostro territorio, e restituendo ad ognuno di loro la dignità che meritano. L’approvazione del “baratto amministrativo” nella nostra comunità fa il paio con i risultati già registrati nel nostro mandato nell’ambito delle politiche sociali: appena poco tempo fa abbiamo approvato il regolamento del Taxi sociale».