Giorgio Vitali

Castrignano del Capo – Udienza preliminare in vista per il 30enne di Castrignano del Capo Giorgio Vitali (foto), reo confesso dell’accoltellamento della fidanzata 27enne Stefania De Marco (di Tricase). In conseguenza dei fatti avvenuti lo scorso del 3 settembre a Morciano (in casa del nonno della ragazza), il giovane dovrà rispondere di tentato omicidio aggravato. Il 10 gennaio è stata fissata l’udienza preliminare (i suoi legali hanno già avanzato richiesta di rito abbreviato puntando ad uno sconto della pena).

Vitali venne arrestato dopo aver confessato le proprie responsabilità al termine del lungo interrogatorio al quale venne sottoposto dai carabinieri. In un primo momento provò a sostenere la tesi di una caduta accidentale (chiamando nell’imminenza dei fatti un’amica piuttosto che l’ambulanza), ma le sette coltellate inflitte alla ragazza, insieme al tentativo di strangolamento, non lasciarono scampo al giovane che venne per questo arrestato. La ragazza di Tricase venne ricoverata in rianimazione nell’ospedale del suo paese. Davanti al Gip del tribunale l’accoltellatore cercò di difendersi affermando di aver perso la testa perchè accecato dalla gelosia.

 

Pubblicità

Commenta la notizia!