Accese 21 telecamere nel centro storico di Gallipoli: parte il servizio tanto invocato. In settembre altri 35 apparecchi in città

3965

Gallipoli – Attivato il sistema di video sorveglianza nel centro storico di Gallipoli. Si tratta di un impianto installato alcuni anni fa e mai entrato in funzione per problemi tecnici adesso finalmente superati. Così come sono stati superati positivamente i collaudi terminati in queste ore su 21 telecamere.

C’erano problemi ottici per cui le immagini non risultavano del tutto nitide e quindi utili a tenere sott’occhio il patrimonio pubblico, a prevenire e reprimere atti delittuosi. Dal Comune si garantisce che c’è il necessario personale specializzato per un monitoraggio davvero efficace in una zona della città quale è il centro storico, spesso nelle cronache per furti.

Gli aspetti strettamente connessi al livello di sicurezza da elevare nella città vecchia erano stati messi in rilievo dall’associazione commercianti e imprenditori della città dopo l’ultimo, in ordine di tempo, attentato ai danni di un imprenditore della ristorazione. In quell’occasione dal sodalizio presieduto da Matteo Spada era stata avanzata anche l’ipotesi di vigilanti privati considerata la penuria di rinforzi delle forze dell’ordine, in particolare di poliziotti.

Pubblicità

L’assessore al Centro storico, Biagio Palumbo, sottolinea il mantenimento dell’impegno preso a fine giugno e ringrazia l’Ufficio comunale dei sistemi informatici per il lavoro svolto.

Biagio Palumbo
Biagio Palumbo

Sicurezza e privacy “Le telecamere attuali sono posizionate nei punti strategici del centro storico e permettono di avere una panoramica completa di quanto accade nel pieno rispetto della privacy. Non è da sottovalutare infatti – afferma Palumbo – che il sistema di videosorveglianza è gestito nel rispetto della riservatezza dei cittadini: l’accesso alla centrale di controllo, ai dati raccolti e trattati è consentito esclusivamente ai responsabili del trattamento degli stessi della Polizia locale, della polizia di Stato e dei carabinieri”.

Paola Scialpi

“Basta tolleranza” “Il Comando di Polizia locale ha al suo interno personale qualificato per il monitoraggio e pronto per l’intervento – assicura l’assessore alla Polizia locale, Paola Scialpi. – Non solo, il sistema di videosorveglianza garantisce una maggiore viabilità nel centro storico: un occhio vigile e attento permette subito di scovare i furbetti alla guida. E’ finito il tempo della tolleranza”.

Nel prossimo futuro ci sono altri due interventi, come ricorda lo stesso Palumbo: l’entrata in funzione anche delle telecamere poste agli ingressi della città e, a partire da settembre, l’installazione dl altre 35 apparecchi di videosorveglianza sull’intero territorio comunale.

Regole e decoro “Il progetto globale non abbraccia solo la sicurezza pubblica, permettendo alla Polizia locale di intervenire immediatamente in caso di illeciti – conclude l’assessore Palumbo – ma invita ad un atteggiamento civile e orientato al decoro. Dal ragazzino che imbratta i muri, al cittadino che conferisce in modo errato la spazzatura passando per le altre infrazioni e le inosservanze. E’ stato invocato più volte il rispetto delle regole: dove è assente, sapremo tempestivamente come intervenire”.

 

 

 

Pubblicità