Abbandono illecito di rifiuti: beccati a Gallipoli altri 12 inquinatori nell’anno appena iniziato

1075

Gallipoli – Anno nuovo ma guerra vecchia a chi abbandona rifiuti dappertutto, dai materassi ai cartoni spesso pieni di immondizie varie. Sono stati pescati cittadini insensibili all’ambiente ed anche alle norme in via Scalelle, via Siena e via Genuino.

Il confronto con gli indisciplinati continuerà ovviamente anche nel corso dell’anno appena entrato, grazie anche l’ausilio di dieci fototrappole che il Comune di Gallipoli si è visto assegnare dalla Regione nei giorni scorsi.

Il 2021 inizia all’insegna delle sanzioni”, si legge infatti in una nota del Comune. Il problema è noto già da tempo agli uffici comunali gallipolini che nello scorso anno hanno rintracciato, individuato e sanzionato 84 trasgressori tra residenti e cittadini delle zone limitrofe.

L’anno scorso 84 sanzioni

Non fanno distinzione gli inquinatori degli spazi pubblici tra centro storico e il borgo e le periferie. Nella prima metà di gennaio le sanzioni elevate sono già 12 per cui sono in corso altri accertamenti. Dal Comune sottolineano che tutto ciò accade nonostante la raccolta differenziata porta a porto dal 2019, con la raccolta differenziata  dal primo aprile del 2019, nel territorio comunale è stato avviato il sistema di raccolta con l’ausilio anche di sei isole ecologiche in vari punti della città che permettono di smaltire velocemente alcuni rifiuti.

Allo stesso scopo il centro di raccolta, tuttora attivo, consente ai cittadini di portare direttamente sul posto i rifiuti ingombranti. “Abbiamo avviato un ragionamento per capire come tenere sotto controllo i punti più critici  grazie alle nuove fototrappole che tra poco ci verranno consegnate – commenta l’assessore all’Ambiente e vicesindaco Giuseppe Venneri – possiamo sembrare ripetitivi ma la verità è che ci teniamo a sensibilizzare e ad informare la nostra comunità:  la cura dell’ambiente è un aspetto importante e che ogni cittadino è responsabile del decoro di Gallipoli.”

Nuovi impianti di vigilanza

“Con l’assessore Venneri in questi giorni abbiamo scelto di invertire e riposizionare gli occhi elettronici di cui dispone il Comune di Gallipoli in varie zone”, commenta il presidente della Commissione Ambiente Cosimo Nazaro, per il quale l’obiettivo è quello di avere un numero di incivili pari a zero.”

Le azioni di contrasto e di controllo sono coordinate dal Sindaco Stefano Minerva e vedono la partecipazione anche della polizia municipale e degli operatori della ditta appaltatrice del servizio di igiene ambientale “Gial Plast di Taviano.